Mercoledì, 21 Novembre 2018

L'Udc propone referendum su insularità: "Lo Stato riconosca alla Sicilia sgravi e aiuti"

Eleonora Lo Curto, presidente del gruppo parlamentare Udc all’Ars, e Rino Piscitello, coordinatore nazionale dell’Unione dei siciliani, hanno presentato la proposta di referendum consultivo sulle questioni legate all’insularità (ai sensi degli articoli da 25 a 30 della legge regionale 1 del 10 febbraio 2004: «Disciplina dell’istituto del referendum nella Regione siciliana). Alla conferenza stampa era presente il vicepresidente della Regione Gaetano Armao, estensore e promotore della proposta.

L’8 marzo 2018 è stato presentato all’Ars da Lo Curto, prima firmataria, e da numerosi deputati regionali che hanno raccolto la proposta del movimento Unione dei siciliani e dal suo presidente Gaetano Armao, il disegno di legge 199 che chiede al Parlamento nazionale di modificare lo Statuto inserendovi il nuovo articolo 38 bis: «Lo Stato riconosce gli svantaggi derivanti dalla condizione di insularità e garantisce le misure e gli interventi conseguenti per assicurare la piena fruizione dei diritti di cittadinanza dei siciliani».

Nel video le interviste a Eleonora Lo Curto, presidente del gruppo parlamentare Udc all’Ars, e a Gaetano Armao, vicepresidente della Regione.

Il ddl ha già iniziato il suo percorso in Commissione e gli stessi promotori avevano richiesto l’indizione di un referendum consultivo sul tema. «La Sicilia vive gli svantaggi derivanti dalla condizione di insularità che risultano evidenti in ogni attività - ha detto Lo Curto -. Siamo stufi di essere considerati cittadini di serie B».

«La questione dell’insularità - ha spiegato il vicepresidente della Regione Gaetano Armao - non è limitata, come qualche forza politica erroneamente sostiene, solo al pur rilevante problema della continuità territoriale e al conseguente maggiore costo dei trasporti, ma è molto più estesa e complessa e investe tutti gli aspetti: dal mancato sviluppo al deficit di infrastrutture dell’isola, alle misure come le compensazioni e la fiscalità di sviluppo. Tutti i siciliani sanno, per averlo vissuto sulla propria pelle, quanto pesi la condizione di insularità in ogni aspetto della vita quotidiana».

Terminata la conferenza stampa, Lo Curto ha consegnato agli uffici dell’Ars la proposta formale di referendum consultivo con il seguente quesito: «Vuoi che nello statuto della Regione siciliana venga inserito un nuovo articolo che preveda il riconoscimento del diritto dei siciliani alla compensazione degli svantaggi derivanti dalla condizione di insularità, come previsto dal disegno di legge n. 199 presentato l’8 marzo 2018 all’assemblea regionale siciliana?».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X