Lunedì, 25 Giugno 2018

Gambero rosso premia ristoranti lombardi, Cracco torna al top

(ANSA) - MILANO  - E' stato scelto il suo ristorante da Laura Mantovani, direttore delle guide del Gambero Rosso, per presentare il volume dedicato ai migliori indirizzi del gusto a Milano e in Lombardia ed è proprio il locale di Carlo Cracco, in galleria Vittorio Emanuele, la new entry milanese tra le Tre forchette dell'edizione 2018.

Oltre al padrone di casa, il voto più alto è stato dato ai confermati Antonio Guida con il Seta del Mandarin Hotel Oriental, ad Andrea Berton del ristorante Berton e a Enrico Bartolini del Mudec Restaurant. Fuori Milano i più bravi sono Davide Oldani con il suo D'O a Cornaredo (Milano), Ilario Vinciguerra a Gallarate (Varese), le famiglie Cerea del pluripremiato Da Vittorio a Brusaporto (Bergamo), Santini a Canneto sull'Oglio (Mantova) con il ristorante Dal Pescatore e infine Philippe Leveillè chef del Miramonti L'Altro a Concesio (Brescia).

Premiati anche i migliori etnici, i migliori servizi di sala e i ristoranti con il miglior rapporto qualità prezzo, tra i quali il Due Spade di Christian e Luca di Bari a Cernusco sul Naviglio. Tra le novità un Tre Cocotte, premio riservato ai bistrot, va a un locale di Milano, il Pisacco aperto da Andrea Berton. Presente alla premiazione l'assessore regionale all'Agricoltura e Alimentazione Fabio Rolfi per il quale "la filiera del cibo non è solo agricola, ma l'alimentazione e la cucina ne sono parte fondamentale e voi siete i migliori ambasciatori", ha detto rivolto ai numerosi chef presenti, tra cui Iginio Massari, volto della pasticceria Italiana, che ha definito Milano "una città dove si esprime positivamente lo spirito di competizione".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X