Lunedì, 19 Novembre 2018
SICUREZZA

Dopo la sentenza stop ai tutor sulle strade: "Ma i controlli rimangono"

Dopo la pronuncia della Corte  d’Appello di Roma, che ha rigettato l’istanza di sospensione  della disattivazione del sistema Tutor sulla rete autostradale,  Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia precisano che  "continueranno, ciascuna per gli obblighi specificamente loro  imposti dalla legge, ad avere cura della sicurezza e della incolumità dei cittadini che viaggiano in autostrada». Polstrada  e Autostrade sono al lavoro per attivare un nuovo sistema  sperimentale.

Secondo la Corte, Autostrade per l'Italia non ha alcun obbligo di installare sistemi di rilevazione della velocità ed è per questo che i magistrati non hanno ritenuto Autostrade per l’Italia legittimata ad ottenere la sospensione dell’esecuzione della sentenza del 10 aprile scorso.

«La tutela della sicurezza stradale - sottolineano la Società e Polstrada - è in capo alle istituzioni preposte. Polizia Stradale ed Autostrade per l’Italia stanno lavorando per l'attivazione in via sperimentale del nuovo sistema SICVe PM, approvato con provvedimento del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti numero 3338 del 31 maggio 2017».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X