Domenica, 27 Maggio 2018

Asma fuori controllo in un caso su due fra i bambini

Salute e Benessere
Asma fuori controllo in un caso su due fra i bambini
© ANSA

In un caso su due l'asma nei bambini non è sotto controllo. Questa patologia colpisce il 12% dei bimbi e il 14% degli adolescenti, ma troppe volte non è controllata e molto spesso i genitori non ne sono consapevoli.
    Timori (spesso ingiustificati) degli effetti collaterali dei farmaci, interruzioni del trattamento senza consultare il medico, mancato riconoscimento dei sintomi ed errori nella somministrazione della terapia (anche dovuti alla mancata corretta comunicazione tra medico e paziente) sono le principali cause dello scarso controllo. Un caso a parte sono i bambini molto piccoli (0-4 anni) nei quali l'asma è addirittura sotto-diagnosticata a causa della ricorrente frequenza di infezioni respiratorie che possono confondere. Se ne parlerà al Congresso della Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (Siaip) dal 17 al 19 maggio a Milano durante il quale saranno presentati i risultati preliminari dello studio Siaip "ControL'Asma", il primo tutto italiano, condotto su 13 centri allergologici. "Da questo studio è emerso che nel 55% dei bambini asmatici l'asma non è controllata o è solo parzialmente controllata", spiega Mariangela Tosca, Consigliere della Siaip. Il fenomeno non è solo italiano. La letteratura scientifica internazionale ha messo in luce dati simili in Europa come negli Usa. "I nostri figli giocano, fanno sport, si muovono in continuazione e hanno in genere una scarsa consapevolezza dei loro limiti", spiega Marzia Duse, Presidente Siaip. "Hanno sempre fretta e sono poco inclini a sottostare a terapie quotidiane: sono tutti ingredienti che favoriscono le recidive di asma ma che non vanno contrastate con il facile ripiego di limitare le loro attività, anzi! Ogni sport o gioco attivo va promosso e implementato". Per questo la Siaip propone un semplice questionario: sei domande per sapere se l'asma è sotto controllo o se si rischiano ricadute. 1)Quante volte il tuo bambino ha avuto sintomi asmatici nell'ultimo mese? Respiro sibilante, tosse e affanno sono i tipici sintomi dell'asma: se si sono presentati più di due volte a settimana nelle ultime 4 settimane può voler dire che l'asma non è ben controllato. 2) Ha frequenti risvegli notturni?Se ha presentato risvegli notturni nelle ultime 4 settimane può significare che l'asma non è ben controllato 3) Quante volte hai avuto necessità di somministrare a tuo figlio broncodilatatori?Se hai somministrato questi farmaci più di 2 volte alla settimana nelle ultime 4 settimane può significare che l'asma non è sotto controllo. 4) Hai notato limitazioni delle normali attività a causa dell'asma?Se durante uno sforzo normale si affanna e ha la tosse può vuol dire che l'asma non è ben controllato. 5) Ti sei ricordato del controllo medico? 6) Hai seguito correttamente le terapie? 
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X