Venerdì, 25 Maggio 2018

Michelin Acorus, le buche nell'asfalto non fanno più paura

ROMA - I cerchi in lega e i pneumatici super-ribassati - un'accoppiata che si trova sempre più frequentemente non solo nelle vetture sportive di fascia alta, ma anche nelle berline 'medie' e nei crossover - hanno entrambi un nemico che non perdona: le buche che si creano, dopo l'inverno, nell'asfalto.

Questi crateri 'urbani' sono tanto più insidiosi quanto risultano meno visibili a distanza. Quando l'auto vi cade improvvisamente l'impatto tra lo spigolo del conglomerato bituminoso e la ruota provoca un danno quasi certo nella carcassa del pneumatico e nel cerchio i lega leggera.

Da qualche anno, però, il colosso della gomma Michelin ha messo in produzione un sistema pneumatico-cerchio (realizzato in collaborazione con Maxion Wheels) che riesce a sopportare senza danni questi impatti e che è dunque la soluzione ideale per tutti quei mezzi - come i veicoli delle Forze dell'Ordine e del 118 o, ancora, le auto blindate dei vip - che devono avere la certezza di non incappare in un danno inaspettato che può creare problemi anche gravi oltre che danni economici.

Michelin Acorus è, di fatto, un cerchio aggiuntivo flessibile composto da due flange in gomma che protegge la ruota vera e propria in metallo, flettendosi all'impatto e 'filtrando' così le sollecitazioni che vengono subite dal cerchio.

Per gli utenti privati, coloro che si una zona a rischio con una vettura sportiva o elaborata che utilizza pneumatici super-ribassati Acorus è davvero la soluzione ideale, in quanto compatibile con tutte le dimensioni di ruote e tale da preservare non solo il portafogli ma anche la 'guidabilità' dell'auto, che sovente dopo un impatto a velocità medio-alta con la buca diventa incontrollabile.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X