Sabato, 26 Maggio 2018

Diabete gestazionale, una app per tenerlo sotto controllo

(ANSA) - SYDNEY, 10 MAG - Una app per smartphone che aiuta a proteggere le future madri e i nascituri dal diabete gestazionale. E' stata sviluppata dal centro di ricerca sanitaria detto e-Health, dall'ente scientifico nazionale australiano Csiro e da operatori sanitari del Redland Hospital di Brisbane. Le donne in gravidanza vi possono registrare dati, come le letture del zucchero nel sangue, che vengono mandati direttamente agli operatori sanitari.
    Da non confondere con il diabete di tipo I, il diabete gestazionale consiste in un'alterazione del metabolismo del glucosio e si verifica solo in gravidanza. Si tiene sotto controllo con la dieta e in casi limitati con il ricorso all'insulina. Se non trattata può essere letale e ha il potenziale di causare nascite premature, neonati in sovrappeso e gestosi, o preeclampsia, una condizione correlata all'aumento della pressione sanguigna e delle proteine nelle urine della madre e potenzialmente letale sia per la donna sia per il feto.
    "Sono già in uso altre app attraverso la gravidanza, con dati sulle dimensioni del nascituro e su altre tappe importanti, questa si aggiunge senza richiedere un maggiore impegno da parte della futura madre", ha detto all'emittente nazionale Abc il responsabile del progetto David Hansen, specialista di tecnologia dell'informazione nelle cure alla salute.
    "Questa app cattura anche informazioni sull'esercizio fisico, il che è importante nel gestire il diabete gestazionale.
    Possiamo anche catturare e misurare altri fattori di rischio.
    Mette i dati, appena inseriti, a disposizione della squadra di terapia".
    Hanno finora partecipato alle sperimentazioni 40 donne, con ottimi risultati, aggiunge Hansen, osservando che i telefoni cellulari stanno diventando una parte importate della gestione della salute. "Le persone rispondono bene quando hanno a disposizione una app mirata che li aiuta a gestire le proprie condizioni di salute, quindi penso che vedremo sempre più sviluppi in questo campo".
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X