Giovedì, 20 Settembre 2018

Vaccino contro HPV è efficace e sicuro, studio su 73mila ragazze

Salute e Benessere
Vaccino contro HPV è efficace e sicuro, studio su 73mila ragazze
© ANSA

 Il vaccino contro l'HPV è sicuro, non causa effetti collaterali gravi e protegge contro lesioni che possono portare al cancro. A sfatare falsi miti, alimentati in passato da una comunicazione di stampo non scientifico, è una nuova analisi che fornisce solide prove, in grado di rassicurare i genitori sull'utilità di immunizzare i propri figli teenager.
    A realizzarla, infatti, è il gruppo Cochrane, noto network internazionale indipendente di ricercatori e operatori sanitari.
    Le infezioni da Human Papilloma Virus (HPV) sono molto comuni e di solito non causano alcun sintomo, il che significa che la maggior parte delle persone non saprà di essere infetto. Possono essere trasmesse da qualsiasi contatto sessuale pelle a pelle con chi ha il virus e, nella maggior parte dei casi, andare via da sole. In alcuni casi, però, i ceppi ad alto rischio non riescono ad essere eliminati e potrebbero portare a sviluppare il cancro del collo dell'utero, così come quello del pene, quello anale e quello orale. Da alcuni anni esiste un vaccino ma va fatto prima che il soggetto entri a contatto con il virus.
    Per questo viene offerto, in Italia, tra gli 11 e i 12 anni, ovvero prima che ragazzi e ragazze diventino sessualmente attivi.
    La nuova revisione comparativa indipendente del gruppo Cochrane ha esaminato 26 studi che hanno coinvolto più di 73.000 ragazze e donne. Gravi effetti collaterali dopo il vaccino sono stati rari, ovvero simili tra chi è stato vaccinato contro HPV e chi ha ricevuto un placebo o un altro tipo di vaccino. Non sono risultati eventi avversi gravi, come aborto spontaneo e morte.
    Infine, "esistono prove di elevata sicurezza che i vaccini HPV proteggono dal precancro cervicale ragazze vaccinate tra i 15 ei 26 anni di età". Questo studio si aggiunge alle crescenti prove già esistenti e supporta la posizione dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema) e dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).(ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X