Martedì, 20 Novembre 2018

Millennio S. Miniato a Monte, 50 eventi

FIRENZE - L'inaugurazione delle tre porte lignee e del Ciborio della basilica appena restaurati, una grande festa per famiglie e la cittadinanza, incontri e installazioni artistiche, letture, performance ed esibizioni: sono oltre 50 gli appuntamenti distribuiti tra quest'anno e il 2019 con cui la basilica fiorentina di San Miniato al Monte celebra i suoi 1000 anni di storia.
    Il 27 aprile sarà trascorso un millennio esatto dalla firma del vescovo fiorentino Ildebrando sull'autorevole 'Charta ordinationis' con la quale si inaugurava una nuova pagina nella storia di Firenze. Ildebrando recuperò fra le rovine della precedente chiesa carolingia le reliquie del martire Miniato, esule armeno ucciso nel 250 dai soldati dell'imperatore Decio, e le collocò in un altare destinato a diventare la prima pietra di fondazione di una nuova basilica romanica. Il vescovo scelse poi Drogo, prete del suo presbiterio, perché fosse il primo abate della comunità monastica chiamata a vivere sulla collina di San Miniato.

Gli eventi proseguiranno per tutto l'anno, nei mesi di maggio, giugno, settembre e ottobre. A maggio verrà inaugurata un'installazione di Marco Rotelli che decora la facciata della Basilica di luci, colori e dei versi di Mario Luzi. A maggio, nella sala del Gonfalone del Consiglio regionale della Regione Toscana, è in programma un convegno 'San Miniato nella geografia toscana' con i rappresentanti delle località toscane caratterizzate dalla memoria storica e dalla toponomastica di San Miniato; infine, sempre il mese prossimo, lungo la salita che dal centro di Firenze conduce alla basilica di San Miniato, ci sarà una passeggiata dedicata alla Divina Commedia a cui parteciperanno centinaia di persone fra cui ragazzi, detenuti, migranti, e cittadini. Alla fine di giugno, il 26, il festival del Maggio musicale farà tappa a San Miniato omaggiando il Millenario con il concerto del coro l'Homme Armé, diretto da Fabio Lombardo con musiche che spaziano dal Medioevo (G. Dufay) al Novecento rappresentato dal compositore statunitense David Lang. Seguiranno altri concerti, incontri, lezioni ed eventi fino a giungere al 27 aprile del 2019, quando, a chiusura della grande celebrazione del Millenario ci sarà la chiusura della Porta Santa accompagnata dall'inaugurazione di una scultura memoriale dei mille anni. 
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X