Mercoledì, 26 Settembre 2018
REGIONE

Ex province in Sicilia, l'Ars approva il rinvio delle elezioni: il voto slitta in autunno

ex province sicilia, Sicilia, Politica
Palazzo Comitini, sede dell'ex Provincia di Palermo

PALERMO. L’Ars ha approvato la legge che proroga i commissari delle «ex Province» e rinvia il voto previsto a giungo per Liberi Consorzi e Città Metropolitane, ad una data compresa fra il 15 ottobre ed il 15 dicembre. Il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè leggendo l’esito della votazione del ddl ha detto che vi erano «32 deputati presenti e 29 votanti» e che la legge aveva ricevuto «29 voti a favore».

Subito dopo è intervenuto Giancarlo Cancelleri del M5S che ha contestato la proceduta di voto: «Abbiamo contato i deputati in aula ed oltre quelli del Movimento 5 Stelle, gli altri erano in tutto 29. Evidentemente c'erano tre tesserini inseriti che davano la presenza di deputati che invece non c'erano». «Presidente - ha aggiunto Cancelleri, rivolgendosi a Miccichè - questo episodio pone un problema sul metodo di rilevazione delle presenze. L

a prossima volta daremo mandato ai deputati questori di contare i tesserini uno ad uno». «Adesso verificheremo», ha risposto il presidente dell’Ars Miccichè, che subito dopo ha rivolto un «appello» ai parlamentari: «D’ora in poi se qualcuno vede che ci sono tesserini inseriti e non c'è il deputato, lo segnali e li faremo togliere». La seduta è stata rinviata a martedì 17 aprile alle 16, poco prima (alle 15) si riunirà la conferenza dei capigruppo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X