Giovedì, 13 Dicembre 2018

Fondi Ue: Europa Nostra, riconoscere ruolo cultura in coesione

News
Fondi Ue: Europa Nostra, riconoscere ruolo cultura in coesione
© ANSA

BRUXELLES - Dedicare risorse "sufficienti" alla politica di coesione europea anche dopo il 2020 e "riconoscere esplicitamente" il ruolo chiave della cultura nel promuovere l'inclusione sociale e ridurre le disparità regionali. È l'appello lanciato da Europa Nostra, l'organizzazione che si batte per la tutela del patrimonio culturale europeo e ha membri provenienti da più di 40 Paesi, fra cui 15 enti e associazioni in Italia. Il 2018 è l'Anno europeo del patrimonio culturale e il trentesimo anniversario della politica di coesione, sottolinea l'associazione in una nota, è quindi il momento di riconoscere il lavoro fatto negli anni per valorizzare e ristrutturare siti d'importanza internazionale attraverso i fondi strutturali.

 

Circa 11 miliardi provenienti dal Fesr (Fondo Ue per lo sviluppo regionale) sono stati dedicati a questi progetti dal 2007 ad oggi, per questo è "sorprendente" che la cultura non sia menzionata fra le aree rilevanti nella settima relazione sulla politica di coesione pubblicata a ottobre dalla Commissione Ue, lamenta Europa Nostra.

 

© Riproduzione riservata

Con il contributo del Parlamento europeo
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X