Domenica, 22 Aprile 2018
FORMULA UNO

I dubbi di Hamilton dopo Melbourne: "In Bahrain Ferrari fortissima con il caldo"

MELBOURNE. Il Bahrain sarà la prima occasione di riscatto Mercedes, ma anche il banco di prova delle ambizioni Ferrari, in rapida ascesa grazie al successo australiano, dove molta strategia ed un pizzico di fortuna hanno portato Sebastian Vettel oltre le più rosee previsioni. Una vittoria che per l’ad di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, significa due cose: la squadra è fortissima e la Ferrari può puntare al titolo iridato.

Lo scorso anno quella in Bahrain fu la terza gara della stagione e Vettel la vinse partendo terzo, preceduto dalle Mercedes di Hamilton e Bottas, che poi si accomodarono sui due gradini più bassi del podio. Si corre in notturna, ma le temperature sono comunque elevate «ed è una gara difficile per le gomme. Le Ferrari fanno sempre bene sui circuiti con il caldo e lunghi rettilinei» ha sottolineato Lewis Hamilton. Che, da vero leader, si è preoccupato di tirare su il morale del team: "Il secondo posto è comunque un risultato positivo, abbiamo una grande macchina, siamo i campioni del mondo e, con un paio di aggiustamenti, possiamo vincere la prossima».

Sulla pista del piccolo regno arabo Hamilton confida di non trovarsi ancora accerchiato dalle Rosse, come gli è successo all’Albert Park, dove Valtteri Bottas l’ha lasciato da solo a combatterle, partendo dalla 15/a posizione dopo lo sciagurato incidente delle qualifiche. Per questo ha mandato al compagno di scuderia un segnale che è anche un messaggio di incoraggiamento: "Penso che lavoreremo insieme e Valtteri si impegnerà molto duramente per assicurarsi di stare tra i migliori. Sono certo che quest’anno lui si batterà per vincere».

A Melbourne un’altra lezione ha imparato il campione del mondo in carica: «Si è dimostrato che se lo scorso anno era importante avere entrambe le vetture in alto, ora lo è ancora di più, specialmente con le Red Bull così avanti ed entrambi i piloti Ferrari tanto forti».
L

a vittoria australiana ha impressionato Marco Tronchetti Provera, ad di Pirelli, fornitore unico degli pneumatici in F1. "Se la Ferrari può vincere il Mondiale? La squadra c'è, i piloti pure, la macchina deve migliorare, lo sanno benissimo, ma già l'anno scorso ha dimostrato di saper fare team con il miracolo di riavvicinarsi alla Mercedes. Hanno dimostrato di essere competitivi, c'è l’opportunità». «Un inizio meraviglioso. Hanno avuto la capacità di cogliere l’opportunità e raggiungere una vittoria inattesa - ha aggiunto Tronchetti Provera - Il primo segnale è che c'è un team straordinario. Da Arrivabene in giù, tutta la squadra ha dimostrato la propria forza». (

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X