Lunedì, 24 Settembre 2018

L'interruttore a luci rosse che accende i geni

Scienza e Tecnica
Il primo autore della ricerca, Phillip Kyriakakis, durante un test (fonte: University of California San Diego)
© ANSA

Realizzato il primo interruttore letteralmente 'a luci rosse', che riesce ad accendere e spegnere i geni grazie alla luce rossa e infrarossa. Le sue applicazioni potrebbero essere numerose, come una terapia genica completamente nuova e cure anticancro, oltre a piante per i biocarburanti che possono fare a meno dei fertilizzanti. Descritto sulla rivista ACS Synthetic Biology, l'interruttore è stato messo a punto dal gruppo dell'Università della California a San Diego guidato da Phillip Kyriakakis.

Positivi i primi test su cellule di mammiferi. La luce rossa è un metodo sicuro e privo di rischi per attivare e disattivare i geni perché i tessuti non la assorbono e quindi passa facilmente attraverso le cellule e senza provocare danni. "Poter controllare i geni in profondità all'interno dell'organismo, in una posizione e un momento specifici, senza dover aggiungere elementi esterni, è un obiettivo che la comunità scientifica sta cercando di raggiungere da molto tempo", ha osservato Todd Coleman, uno degli autori della ricerca.

Uno degli ostacoli da superare è nel fatto che le cellule animali non hanno gli strumenti necessari per rendere le molecole sensibili alla luce rossa: è un po' come essere in un Paese straniero con un asciugacapelli senza adattatore per la presa di corrente. Perciò i ricercatori hanno usato una proteina che si trova in batteri e piante, la ferredossina, e un enzima per renderla compatibile con quelle che si trovano nelle cellule animali: il risultato è che queste ultime diventano capaci di produrre molecole che possono essere attivate e disattivate con la luce.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X