Martedì, 14 Agosto 2018

Onde gravitazionali, un italiano ai vertici del consorzio Ego

Scienza e Tecnica
L'interno di uno dei bracci del rivelatore europeo di onde gravitazionali Virgo, gestito dall'Osservatorio Gravitazionale Europeo (Ego) (fonte: EGO-Virgo - CC-BY-SA, CC BY-SA)
© ANSA

Antonio Masiero, vicepresidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), è il nuovo presidente del consiglio dell'Osservatorio gravitazionale europeo (Ego), il consorzio privato fondato dall'Infn con il Centro nazionale della ricerca scientifica (Cnrs) francese per promuovere la costruzione e la gestione del rivelatore Virgo. Nel ruolo di direttore dell'organo decisionale di Ego ci sara' invece il fisico greco Stavros Katsanevas, dell'Universita' Denis-Diderot di Parigi.

Questo cambio ai vertici, come ricorda una nota dell'Infn, arriva dopo la conclusione del mandato di Federico Ferrini, che e' stato per sette anni direttore di Ego. " stato un periodo complesso e ricco di sfide, coronato, con grande soddisfazione per tutti noi, dal successo raggiunto da Advanced Virgo nell'agosto 2017, quando il nostro interferometro ha intercettato per la prima volta le onde gravitazionali", commenta Ferrini. "Siamo riusciti a portare a compimento una straordinaria impresa scientifica e tecnologica, che ha segnato la nascita dell'astronomia gravitazionale e dell'astronomia multimessaggero".

Presiedere in questo momento il consiglio di Ego, spiega Masiero, "rappresenta un impegno importante ed eccitante". La roadmap al 2026 del consorzio europeo sulla fisica delle astroparticelle (Appec), di cui e' presidente lo stesso Masiero, "sottolinea che l'aggiornamento di Advanced Virgo e la fase di ricerca e sviluppo dell'interferometro sotterraneo Et pongono l'Europa al centro della futura infrastruttura di ricerca globale operante nel campo dello studio delle onde gravitazionali e dell'astrofisica multi messaggero. La sfida per Ego - continua Masiero - sara' portare l'osservatorio gravitazionale europeo a giocare un ruolo di primo piano nell'ambito di tale infrastruttura globale, promuovendo e valorizzando le grandi risorse umane, scientifiche e tecnologiche della scienza europea in questo vitale settore di ricerca".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X