Martedì, 14 Agosto 2018
SANITA'

Infermieri e medici aggrediti a Caltanissetta e Patti, la protesta dei sindacati

CALTANISSETTA. Nell’ultima settimana aggrediti tre infermieri nelle strutture ospedaliere palermitane, un medico e un ausiliario del pronto soccorso di Caltanissetta, un medico dell’Est-118 a Patti. Il Sindacato medici italiani (Smi) chiede un intervento del presidente della Regione Nello Musumeci e del ministro dell’Interno Minniti.

Emanuele Cosentino, vice segretario regionale Smi Sicilia, sottolinea che «l'episodio più grave si è verificato nei confronti di un medico dell’Emergenza sanitaria territoriale-118 della postazione Msa di Falcone, inviato per un soccorso in codice verde, quindi di scarsa gravità, a Patti: nella notte del 5 gennaio è stato proditoriamente aggredito dallo stesso paziente che stava soccorrendo, con un pugno che gli ha provocato la frattura del setto nasale e la lacerazione del labbro superiore».
«Si è da tempo superato abbondantemente il limite della sopportazione. Lo Smi chiede un intervento immediato e deciso al presidente della Regione Musumeci e del ministro dell’Interno Minniti che spezzi definitivamente questa tragica spirale», conclude Cosentino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X