Venerdì, 22 Giugno 2018
GDS IN EDICOLA

Invasi a secco in Sicilia: campagne a rischio, a Palermo pozzi in affitto per ridurre disagi

PALERMO. Invasi a secco in tutta la Sicilia, da Palermo a Catania presto l'acqua potrebbe essere razionata a partire dalle campagne. Sull'emergenza idrica è dedicato un approfondimento sul Giornale di Sicilia di oggi.

Il quadro è desolante: i maggiori bacini artificiali destinati all’irrigazione - si legge sul quotidiano - sono mediamente sotto il 20% della propria portata. A rischio sono soprattutto le campagne delle province di Palermo, Enna, Siracusa e Catania, dove la coltivazione degli agrumi è in forte crisi. A sostegno delle arance della Piana di Catania è intervenuto ieri anche il ministero dell’Agricoltura, che ha annunciato di acquistare  4.500 tonnellate di arance da distribuire agli indigenti.

A Palermo intanto si è corso già ai ripari. L'Amap ha preso in affitto sei pozzi, alcuni a Ciaculli, e predisposto il prelievo dalla condotta di Presidiana, a Cefalù. Due mosse per scongiurare sì il razionamento dell'acqua in città e provincia, ma per un periodo limitato. Durante il vertice tenutosi ieri all’assessorato regionale dell’Energia si è deciso di attivare le procedure per richiedere al Governo nazionale il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la provincia palermitana.

Tutti i dettagli sul Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X