Lunedì, 15 Ottobre 2018
VERSO LE POLITICHE

Elezioni, Mattarella scioglie le Camere: elezioni il 4 marzo

ROMA. Il conto alla rovescia verso le elezioni è ufficialmente partito: Sergio Mattarella ha sciolto le Camere. Il presidente della Repubblica, dopo aver sentito i presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che è stato controfirmato dal presidente del Consiglio Gentiloni.

Subito dopo, comunica il Quirinale in una nota, il segretario generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, si è recato da Pietro Grasso e Laura Boldrini per comunicare il provvedimento.

Nel pomeriggio il Capo dello Stato aveva visto informalmente il premier Gentiloni e separatamente, i presidenti delle Camere Grasso e Boldrini.

In serata il consiglio dei ministri che darà il via libera ai decreti elettorali e ha indicato la data delle elezioni, che saranno il 4 marzo.

Nel corso della conferenza stampa di fine anno Gentiloni ha commentato: "La verità è che l'Italia si è rimessa in moto dopo la più grave crisi del dopoguerra. Il governo non tira remi in barca, governerà. Ora ci affidiamo a Mattarella, grazie per il ruolo garante".

"Naturalmente - ha ancora spiegato - oltre a svolgere il mio ruolo fondamentale di presidente del Consiglio sia pure in un contesto di campagna elettorale e di camere sciolte, darò il mio contributo alla campagna elettorale del Pd".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X