Giovedì, 19 Luglio 2018

Da Berlucchi mappe a infrarossi e fertilizzante mirato

Terra e Gusto
Vigneto biologico Brolo e sede Berlucchi
© ANSA

- ROMA - Berlucchi, azienda pioniera dell'innovazione sostenibile in vigneto, ha presentato i primi risultati di LIFE VITISOM, il progetto europeo di Agricoltura 4.0 su emissioni GHG e fertilizzazione mirata di cui l'azienda franciacortina è partner. Berlucchi ha spiegato il lavoro che sta conducendo sui suoi vigneti, che peraltro sono bio dalla vendemmia 2016.

Si parte dalle mappe di vigore, realizzate a ogni inizio estate. Sono fotografie a infrarossi del vigneto dall'alto, che evidenziano la vigoria vegetativa delle varie zone.

Le mappe sono caricate sul GPS installato su due prototipi di trattori che l'azienda sta sperimentando.

Il fertilizzante (che è letame, come stabilito dal protocollo bio) viene distribuito in modo mirato: un'elettrovalvola, collegata al GPS (che ne "percepisce" quindi gli spostamenti nello spazio), aumenta o riduce le quantità in base alla necessità del vigneto: sarà quindi rilasciato in maggiore quantità nelle zone meno vigorose, e viceversa nelle zone più vigorose. In questo modo si riducono gli sprechi e si aiuta l'equilibrio del suolo viticolo.

Berlucchi sta inoltre conducendo su una porzione del vigneto San Carlo a Provaglio d'Iseo un'indagine specifica che prevede analisi sulla qualità chimica e biologica dei suoli, monitoraggio delle emissioni CO2 e fertilizzazione mirata con ben tre diverse "matrici organiche": letame, compost, digestato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X