Giovedì, 19 Aprile 2018
PRESIDENZA

Ars, franchi tiratori nel centrodestra
Miccichè non ce la fa per un voto

di

PALERMO. Niente da fare, nella maggioranza restano due franchi tiratori e neanche il voto dei due deputati di Sicilia futura, Edy Tamajo e Nicola D’Agostino riesce a garantirgli l’elezione.

Miccichè avrebbe avuto bisogno di 36 voti ma si è fermato a 35 anche perché in Aula era assente il deputato Pippo Gennuso colpito di un grave lutto. Il Pd ha continuato a non partecipare.

Un voto nel centrodestra è finito al forzista Michele Mancuso, si è registrata un’altra scheda bianca mentre il grillino Tancredi anche questa volta ha preso un voto in più che è arrivato fuori dal gruppo dei Cinque Stelle.

Se ne riparlerà nelle prossime ore quando senza un accordo i numeri resteranno risicatissimi. Nella prima votazione Miccichè aveva ottenuto solo 33 voti.

La prima seduta della nuova legislatura si è aperta alle 10,41. A presiederla Alfio Papale, il deputato più anziano. I deputati Genovese e Pagana, i più giovani, sono stati chiamati al fianco del presidente per costituire l’ufficio provvisorio di presidenza. Sui banchi del governo tutta la giunta al completo guidata da Nello Musumeci.

Si riparte alle 11 e basterà la maggioranza assoluta dei voti. Se anche in questo caso non dovesse essere raggiunto il quorum ci sarà una quarta votazione in cui sarà eletto chi prenderà più voti. Alcuni deputati hanno chiesto il rinvio a lunedì ma Papale ha chiarito che bisogna rispettare il regolamento.

Al termine dei lavori il segretario regionale del Pd, Fausto Raciti, è intervenuto sull'esito della votazione: "Spero che la situazione si possa ricucire - ha detto riferendosi allo strappo dei due deputati di Sicilia Futura, il partito di Totò Cardinale - ma quello che è successo non è bello".

Ma D'Agostino al termine dei lavori ha detto: "Era giusto votare, il centrosinistra non c'è".

Intanto è caccia ai franchi tiratori nella maggioranza. "Nessuno si permetta di dire che sono un franco tiratore, che si sappia" ha detto il deputato leghista Tony Rizzotto irrompendo in sala stampa. E l'assessore Udc, Vincenzo Figuccia, ha rassicurato: "La maggioranza è maggioranza, ho votato Miccichè".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X