Lunedì, 23 Luglio 2018

Polo è anche GTI e non teme il confronto con la sorella Golf

ROMA - Per il mondo degli appassionati di motori e di guida sportiva la sigla GTI resta indissolubilmente legata alla Golf e alla prima versione 'pepata' del 1976. Ora una nuova GTI è pronta a entrare in scena, ma sfruttando la sorella minore della popolare compatta di Wolfsburg, quella Polo che - di generazione in generazione - è cresciuta nelle dimensioni e nei contenuti ed è addirittura paragonabile alla iconica Golf 3. Tre numeri raccontano da soli le capacità della Polo GTI: il motore 4 cilindri 2.0 TFSI eroga 200 Cv e permette - ben coadiuvato dal cambio DSG a 6 rapporti - un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi e una velocità massima di 237 km/h.

Questa nuova variante della Polo rappresenta una importante pietra miliare nella lunga storia delle GTI della Casa tedesca. Questa 'due volumi' di segmento B non ha nulla da invidiare rispetto alle altre compatte ad alte prestazioni di fascia superiore: basta salire a bordo, regolare la posizione dei sedili sportivi e allacciare le cinture per creare un positivo legame tra uomo e macchina. Il pulsante di avviamento del motore costituisce nella Polo GTI una vera 'chiave di accesso' che celebra l'esperienza dinamica di guida, grazie all'eccellente risultato ottenuto dal team che ha sviluppato questo modello. Come la sorella maggiore Golf, anche Polo GTI garantisce una guida emozionale all'insegna di una sicurezza esemplare e - quando si decide di non sfruttare tutti i cavalli - anche del risparmio di carburante e del massimo confort. Oltre che per il motore brillante, Polo GTI si distingue per il peso a vuoto contenuto (1.355 kg) e quindi per un interessante rapporto peso/potenza (6,78 kg/Cv), ma anche per l'assetto sportivo. Il tutto è 'racchiuso' ed enfatizzato da una carrozzeria dal design espressivo e impreziosito da elementi caratteristici GTI come la tipica linea rossa sulla calandra, il pomello della leva del cambio e il rivestimento dei sedili nello storico tessuto a quadretti Clark. Completano l'allestimento della nuova Polo GTI la plancia interamente digitale e collegata in rete, con grande display configurabile davanti al pilota. La Polo GTI - disponibile dal primo trimestre 2018 esclusivamente nella versione a cinque porte - si presenta, dunque, come una vettura sportiva di nuova generazione, compatta e dal prezzo accessibile (attorno a 25.500 euro). Di serie il doppio terminale di scarico cromato, i cerchi in lega leggera Milton Keynes da 17 pollici con pneumatici 215/45, le pinze dei freni rosse, i gruppi ottici posteriori con tecnologia Led di colore rosso scuro, gli scudi paraurti con design sportivo, prese d'aria con struttura a nido d'ape e i sottoporta maggiorati. All'interno gli equipaggiamenti standard della Polo GTI comprendono tra gli altri il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore (Fatigue Detection), il controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni, il sistema di frenata anti collisione multipla (Multicollision Brake), la radio Composition Media 8 pollici con 6 altoparlanti, USB e Bluetooth, il Volkswagen Connect, la strumentazione interamente digitale Active Info Display, la ricarica a induzione per smartphone, il climatizzatore, il display multifunzione Plus, l'indicatore di pressione degli pneumatici, il comando automatico delle luci di marcia, con luci diurne a Led, funzione Leaving Home/Coming Home, i fendinebbia con luci di svolta, il volante sportivo multifunzione rivestito in pelle, l'impugnatura della leva del freno a mano rivestita in pelle, i sedili anteriori sportivi regolabili in altezza, con rivestimenti in tessuto Clark e, infine, gli inserti decorativi in Velvet Red sulla plancia e sui pannelli delle porte anteriori.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X