Domenica, 22 Aprile 2018

Dallo spazio le mappe dell'inquinamento, c'è anche l'Italia

Sono arrivati a Terra i primi dati di Sentinel 5P, la sesta sentinella del pianeta del programma Copernicus, nato dalla collaborazione fra Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea. E' il primo satellite progettato per ottenere la mappa di inquinanti dell'atmosfera, fornendo i dati relativi ai livelli  come ozono, formaldeide, monossido di carbonio, metano e anidride solforosa. Li 'fotografa' con il suo unico strumento scientifico, chiamato Tropomi (Tropospheric Monitoring Instrument), progettato per studiare la regione dell'atmosfera che si estende fino a circa 15 chilometri dal suolo.

Da quando il satellite è stato lanciato, il 13 ottobre 2017, lo strumento è stato sottoposto a un processo di decontaminazione pianificato. Adesso la porta che sigillava Tropomi è stata aperta, permettendo alla luce di entrare. Il satellite ha potuto così acquisire le prime immagini, che l'Esa definisce "superiori alle aspettative".

La prima mappa dell'inquinamento in Europa 
Pianura Padana
, Paesi Bassi, regione tedesca della Ruhr e alcune zone della Spagna: sono le aree più inquinante d'Europa, secondo le mappe in Hd dell'inquinamento atmosferico inviate dal satellite Sentinel 5P. Una delle prime mappe riguarda le concentrazioni di biossido di azoto emesso dal traffico automobilistico e dalle attività industriali. Per Josef Aschbacher, direttore dei programmi di osservazione della Terra dell'Esa, queste immagini ''sono una pietra miliare per l'Europa''.

L'inquinamento in Italia, in testa Milano e la Pianura Padana
Spetta alla Pianura Padana e in particolare a MIlano la maglia nera per le concentrazioni elevate di monossido di carbonio.

L'Anazzonia soffocata dagli incendi
Dal satellite sono arrivate anche le prime immagini dell'Amazzonia 'soffocata' dal monossido di carbonio prodotto dagli incendi. Alte concentrazioni di questo gas, prodotto anche da attività industriali e scarichi delle automobili, sono state rilevate anche Africa centrale e India e Cina. 

La nube di gas generata dal vulcano Agung
La nube di gas generata dall'eruzione del vulcano Agung, in Indonesia, è stata fra i primi dati inviati dal satellite Sentinel 5P. Sono state misurate le concentrazioni dell'anidride solforosa emessa dal vulcano, dal quale si è sollevata una colonna di ceneri e gas che ha raggiunto 7.600 metri di altezza. 


 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X