Sabato, 20 Gennaio 2018
TRIBUNALE

Non fece uccidere lo zio a Santa Caterina, assolto dopo 5 anni

di

SANTA CATERINA VILLARMOSA. In un attimo ha toccato il cielo con un dito. E dopo cinque anni e più di galera è tornato a respirare aria di libertà. È stato assolto per omicidio e scarcerato. Immediatamente. Ma ci sono voluti quattro distinti procedimenti e un intero lustro perché la giustizia lo riabilitasse, cancellando la condanna all’ergastolo rimediata in primo e in secondo grado. Così da scacciare la pesantissima ombra che da anni s’era posata su lui.

Quando il 12 giugno del 2012 il sessantunenne di Santa Caterina, Calogero Lo Monaco (difeso dagli avvocati Giuliano Dominici e Vanessa Di Gloria) è stato arrestato perché ritenuto il mandante dell’uccisione dello zio, l'agricoltore caterinese Giuseppe Di Martino massacrato a colpi di spranga la notte tra il 7 e l'8 dicembre del 1995. Diciassette anni dopo il delitto, il nipote è finito in galera. Ora ventidue anni dopo è tornato un uomo libero. La corte d’Assise d’Appello di Catania ha assolto l’imputato con formula piena.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X