Domenica, 19 Novembre 2017
FILIPPINE

Proteste a Manila per l'arrivo di Trump, la polizia spara cannoni ad acqua sulla folla

ROMA. La polizia anti-sommossa filippina è intervenuta con i cannoni ad acqua per impedire a centinaia di manifestanti di protestare davanti all’ambasciata Usa di Manila per l’arrivo del presidente, Donald Trump. Lo riferisce l'Independent online.

'Basta con l’imperialismo', 'Scaricare Trump', sono alcuni dei cartelli in mano ai dimostranti bloccati
dalla polizia in tenuta anti-sommossa. Trump sarà a Manila per il summit delle nazioni del sud-est asiatico (Asean), ultima sua tappa nella regione.

I poliziotti hanno respinto i manifestanti con la minaccia dei bastoni e poi li hanno respinti utilizzando i cannoni ad acqua. «Trump è l’amministratore delegato del governo imperialista degli Stati Uniti», ha denunciato lo studente 18enne Alexis Danday dopo che i manifestanti sono stati bloccati.

Trump ha appena lasciato Hanoi per prendere parte al vertice Asean a Manila dove è atteso in mattinata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X