Martedì, 21 Novembre 2017
VADEMECUM

Regionali, urne aperte dalle 8 alle 22: al voto 4 milioni e mezzo di siciliani

PALERMO. Quattro milioni e mezzo di siciliani chiamati al voto per eleggere il presidente della Regione e l'Assemblea regionale. Urne aperte dalle ore 8 alle ore 22 e le operazioni di scrutinio avranno inizio a partire dalle ore 8 di lunedì 6 novembre. Le elezioni del presidente della Regione e dell'Ars sono contestuali. Entrambe sono a suffragio universale e diretto.

- CHI SI VOTA

1) il Presidente della Regione siciliana;

2) l'Assemblea regionale siciliana

La legge costituzionale n. 3 del 2013 ha fissato in 70 il numero dei componenti dell'Assemblea regionale, prima pari a 90. Essa dura in carica per 5 anni.

- COME SI VOTA

Le modalità di svolgimento delle elezioni sono disciplinate dalla legge regionale 20 marzo 1951, n. 29 ("Elezione dei Deputati all'Assemblea regionale siciliana") e successive modifiche Circoscrizioni: - il collegio elettorale per l'elezione del Presidente della Regione coincide con il territorio regionale; - per l'elezione dell'Assemblea il territorio della Regione è ripartito in un numero di circoscrizioni pari al numero delle province regionali. L'ambito territoriale di ciascuna circoscrizione coincide con il territorio provinciale.

Contestualità del voto: - l'elezione del Presidente della Regione e dell'Assemblea regionale sono contestuali e le votazioni avvengono su un'unica scheda Esercizio del diritto di voto: - la scheda è unica e l'elettore può esprimere due voti: uno per la lista regionale e uno per la lista provinciale - voto di preferenza: è possibile esprimere la preferenza per uno dei candidati inseriti nelle liste provinciali; - voto disgiunto: l'elettore può votare una lista regionale e una lista provinciale non collegate fra loro; - nel caso in cui l'elettore ometta di votare per una lista regionale, il voto validamente espresso per una lista provinciale si intende espresso anche a favore della lista regionale che risulta collegata con la lista provinciale votata.

- ELEZIONE DEL PRESIDENTE

E' proclamato eletto alla carica di Presidente della Regione il capolista della lista regionale che consegue il maggior numero di voti validi.

- ELEZIONE DELL'ASSEMBLEA REGIONALE

Avviene con sistema proporzionale con correttivo maggioritario Dei 70 seggi dell'Assemblea siciliana: - 62 sono attribuiti in ragione proporzionale sulla base di liste di candidati concorrenti nei collegi elettorali provinciali - uno al Presidente di regione; - uno al capolista della lista regionale che ottiene una cifra di voti validi immediatamente inferiore a quella conseguita dalla lista regionale risultata più votata; - i restanti, fino ad un massimo di 6, ai candidati della lista regionale del Presidente eletto. Casi particolari sono disciplinati dalla legge elettorale regionale.

- SOGLIA DI SBARRAMENTO AL 5%

Non sono ammesse all'assegnazione dei seggi le liste provinciali il cui gruppo abbia ottenuto nell'intera Regione una cifra elettorale inferiore al 5% del totale regionale dei voti.

- PARI OPPORTUNITÀ DI GENERE

In ogni lista regionale i candidati (dopo il capolista) devono essere inseriti secondo un criterio di alternanza tra uomini e donne. In ogni lista provinciale il numero di candidati dello stesso sesso non può eccedere i due terzi del numero dei candidati da eleggere nel collegio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X