Mercoledì, 22 Novembre 2017

Dopo l'acqua prosegue con la frutta il viaggio ViviSmart

Terra e Gusto
© ANSA

(ANSA) - ROMA, 27 OTT - Dopo l'acqua, prosegue il viaggio all'interno della piramide alimentare con la frutta: si tratta della seconda tappa del progetto "ViviSmart", nato per far riavvicinare gli italiani al modello alimentare mediterraneo e ai corretti stili di vita e che si svilupperà attraverso i vari elementi della dieta mediterranea. Viene proposto un modello innovativo di approccio multifattoriale alla problematica degli stili di vita non corretti che si rivolge simultaneamente alle famiglie delle città selezionate (Milano, Genova, Parma e Bari), ai punti vendita, alle scuole, ai medici di medicina generale.

L'iniziativa è frutto di un'inedita alleanza unica nel suo genere in Italia, perché unisce il settore alimentare, il mondo delle cooperative di consumatori e quello delle fondazioni no profit, tra Barilla, Coop Italia, Danone, Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone. Dopo l'acqua e la frutta, toccherà a verdura, cereali, latticini e così via. Il progetto, nato con l'obiettivo di riavvicinare gli italiani alle buone abitudini del modello alimentare mediterraneo, alla sana alimentazione e all'attività fisica, si sviluppa su quattro città, coinvolgendo circa 2 milioni e mezzo di cittadini, quasi 1.500 bambini della scuola primaria e i loro nuclei familiari, più di 100 famiglie, 25 medici di medicina generale e 16 punti vendita Il secondo gradino della piramide alimentare è quello dedicato alla frutta e all'approfondimento rispetto alle sue molteplici funzioni. La frutta è ricca di antiossidanti e vitamine che difendono dall'ossidazione dei radicali liberi, è ricca di fibra che regolano l'assorbimento di zuccheri e grassi e il loro livello nel sangue, e idrata il corpo essendo composta al 90% di acqua. Mangiare poca frutta infatti può causare diversi disturbi e malattie a seconda del tipo di carenza vitaminica o di minerali, oltre a disagi del transito intestinale. Mangiare tre porzioni al giorno di frutta è infatti importante per seguire un modello alimentare equilibrato, sia per i bambini che per gli adulti, rispettandone la stagionalità.

Il Progetto Pilota realizzato su 100 famiglie, da settembre 2017 a maggio 2018, con il coinvolgimento della S.I.M.G.

(Società Italiana di Medicina Generale), avrà l'obiettivo di sviluppare un pionieristico modello di intervento che, attraverso strumenti mirati e counseling, punterà a stimolare e favorire il cambiamento dello stile di vita di un gruppo di famiglie con almeno un bambino di età compresa tra i 6 e i 10 anni e con problemi di sovrappeso in almeno uno dei componenti del nucleo. (ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X