Lunedì, 25 Settembre 2017

Alessandro Borghi, io 'padrino' a Venezia poi sarò Cucchi sul set

Interpretare un personaggio realmente esistito come Stefano Cucchi "ti costringe moralmente a restituire una verità. Ho la speranza che il cinema possa essere usato come veicolo per far riflettere le persone", dice Alessandro Borghi, che in autunno si calerà nei panni del trentenne romano morto durante la custodia cautelare nel 2009 nel film Sulla mia pelle di Alessio Cremonini, con Jasmine Trinca nel ruolo della sorella, Ilaria Cucchi.

Intanto lo aspetta l'inedito impegno da 'padrino' della Mostra del Cinema di Venezia (30 agosto-9 settembre), dove condurrà le cerimonie di apertura e chiusura: "Potrò appagare un po' la mia curiosità morbosa per il cinema in tutte le sue forme". Reduce dagli impegni sul set con Napoli velata di Ferzan Ozpetek e con The Place di Paolo Genovese, Borghi è coprotagonista per il piccolo schermo di 'Suburra', la serie al debutto in autunno su Netflix concepita come prequel del film di Sollima, in anteprima a Venezia il 2 settembre nella sezione Cinema nel giardino.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X