Sabato, 16 Dicembre 2017
ELEZIONI

Regionali, Guerini: "Con Alfano confronto aperto"

ROMA. "Stiamo lavorando alla costruzione di una coalizione larga sul modello Palermo, che comprenda forze politiche ed espressioni di forze civiche con l'ambizione di offrire una valida proposta di governo per la Sicilia. Dentro questo schema è aperto un confronto con Alternativa popolare. Mi auguro che lo sbocco possa essere positivo".

Lo afferma il coordinatore del Pd, Lorenzo Guerini, in un'intervista al Messaggero. "Nel centrodestra in modo ambiguo si finge di voler riallacciare i rapporti con Alfano, ma le parole di Salvini e della Meloni dimostrano che la creazione di un'alleanza sul modello del Ppe è nel campo dell'irrealtà", dichiara Guerini. "Dopo di che, non siamo al mercato e il confronto tra noi e Ap è politico, è sulle idee e le persone che possono incarnare una proposta di governo regionale solido e convincente. In questa senso la nostra disponibilità è chiara".

Per il coordinatore dem, con il risultato delle elezioni in Sicilia "la leadership di Renzi non è in gioco: il segretario è stato rieletto appena tre mesi fa con il 70% di voti alle primarie cui hanno partecipato 2 milioni di persone". Sulla possibilità di replicare al livello nazionale l'intesa con Alfano, "stiamo parlando di elezioni regionali con una legge elettorale specifica che spinge alle coalizioni. Dopo di che sui temi nazionali, che pure hanno natura diversa, il confronto è aperto", dice l'esponente Pd. Quanto alla riforma della legge elettorale, "se a settembre ci saranno delle proposte serie in grado di camminare in Parlamento ci confronteremo", assicura Guerini.

Ma "con due premesse. La prima: noi non facciamo leggi elettorali contro nessuno. La seconda: qualsiasi proposta deve avere l'adesione di tutte le grandi forze politiche, compresi i Cinquestelle. In ogni caso una legge elettorale c'è, è quella uscita dalle sentenze della Consulta". Nell'intervista Guerini rivendica i risultati degli esecutivi Pd: "Se i dati economici migliorano è merito delle riforme dei governi Renzi e Gentiloni", dichiara. Sui migranti, "il valore della vita umana è sopra ogni cosa e la solidarietà è nel nostro Dna di forza di sinistra. Ma allo stesso tempo bisogna contrastare i trafficanti nel modo più efficace. Vanno tenuti insieme fermezza e soccorsi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X