Martedì, 22 Agosto 2017
ISTRUZIONE

Docenti, difficile tornare in Sicilia senza la legge 104: l'analisi di Tuttoscuola.com

di

PALERMO.  Per un insegnante di scuola primaria è difficile tornare in Sicilia, nella sua città d'origine, se non usufruisce della legge 104 per assistere un familiare con disabilità grave. A rivelarlo è un'indagine di Tuttoscuola, che ha analizzato i dati pubblicati dal Miur sulle domande di trasferimento dei docenti.

Come rivela il portale, in Sicilia più di 7 docenti su 10 trasferiti si sono avvalsi della legge 104. Di fatto chi ha tale requisito ha la precedenza anche sui colleghi che hanno un punteggio maggiore. Tirando le somme, per chi non ha un familiare disabile da assistere riuscire a tornare nell'Isola è davvero complicato.

Guardando ai dati disaggregati per provincia, la situazione è più accentuata ad Agrigento, dove 10 maestri trasferiti su 10 si sono avvalsi della 104: quindi il 100% dei casi. Stessa percentuale anche a Enna, dove 2 su 2 hanno avuto la precedenza per l'assistenza a familiari disabili. Situazione simile a Trapani, in 10 casi su 12 (83,3%), e a Palermo, in 53 casi su 65 (81,65%). Seguono: Ragusa, 10 casi su 13 (76,9%), Messina 17 casi su 23 (73,9%), Siracusa 11 su 16 (68,8%), Catania 33 su 55 (60%), la metà dei casi a Caltanissetta, 7 su 14.

Per vedere tutti i dati Clicca qui

Il fenomeno si ripete anche nella scuola dell'infanzia, sebbene con numeri inferiori. Dai dati presentati da Tuttoscuola.com emerge che in Sicilia su 146 trasferimenti, 61  (il 42%) sono avvenuti secondo la precedenza della 104.

Tornando alla mobilità interprovinciale nella scuola primaria, percentuali simili si riscontrano anche in altre regioni meridionali. In generale, l’utilizzo della legge 104 nelle richieste di trasferimento è il triplo rispetto al Nord.

"In Italia, un maestro su 5 per trasferirsi in un’altra provincia si è avvalso della precedenza per assistenza a familiari con disabilità - scrive Tuttoscuola.com -. Uno su 100 al Nord, più di uno su 2 nel Meridione. In Sicilia oltre 7 su 10. In Calabria solo un quinto dei posti disponibili per trasferimenti va a chi non si avvale della legge 104".  In alcuni casi si tratta di trasferimenti da una provincia a un’altra della stessa regione, in molti - la maggior parte - da una regione a un'altra.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook