Martedì, 25 Luglio 2017

Medaglie e riconoscimenti per la Festa dell'autonomia siciliana - Video

PALERMO. Si è svolta la Festa dell'autonomia siciliana al Teatro Politeama di Palermo. Nel corso della cerimonia, aperta ai cittadini, sono stati premiati - tra gli altri - con la medaglia d'oro di riconoscimento conferita dal presidente della Regione, Rosario Crocetta: il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, bersaglio di un fallito agguato di stampo mafioso, e i poliziotti che lo salvarono, il vice questore aggiunto Daniele Manganaro, e gli assistenti Sebastiano Proto, Salvatore Santostefano e Tiziano Granata. Il giornalista Paolo Borrometi, oggetto più volte di intimidazioni; il direttore dell'Asp di Palermo Antonio Candela; il missionario laico Biagio Conte; l'imprenditrice Elena Ferraro, che ha denunciato le pressioni della famiglia di Matteo Messina Denaro a Castelvetrano.

«La Sicilia di oggi è una Sicilia migliore che non può rimpiangere gli anni trascorsi. I risultati di oggi sono il frutto del lavoro di un popolo in cammino che non si è mai totalmente piegato al sistema oppressivo che si è consolidato. La mafia non ha soltanto controllato la società, ma è entrata anche in settori delle istituzioni, turbando gli incanti e imponendo il pizzo, controllando il voto, bloccando una vera partecipazione democratica alla vita sociale e politica e il libero esercizio delle imprese. Occorre andare avanti senza fermarsi, ponendosi l’obiettivo di diventare una delle regioni più sviluppate in Italia e d’Europa. La nostra isola, una delle più belle del mondo, deve diventare anche una delle più ricche, per dare certezza del futuro ai ragazzi e alle ragazze di Sicilia, agli uomini e alle donne oneste di Sicilia, che non si sono mai rassegnati».». Lo ha detto il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, intervenuto alla festa dell'autonomia siciliana.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook