Martedì, 17 Ottobre 2017
ANKARA

Turchia, nuovi raid aerei contro il Pkk curdo nel nord dell'Iraq

ROMA. L'aviazione turca ha compiuto ieri pomeriggio, per il secondo giorno consecutivo, nuovi raid contro il Pkk curdo in nord Iraq, distruggendo almeno 4 obiettivi dei ribelli, tra cui rifugi e postazioni armate.

Lo fanno sapere le forze armate di Ankara, che hanno anche diffuso un breve video dei bombardamenti. L'operazione è avvenuta tra le 16:19 e le 16:29 locali nella regione di Zap.

Intanto Mosca ha riportato in Russia sei bombardieri Su-24 che erano schierati in Siria, nella base di Hmeimim: lo sostiene il portavoce del ministero della Difesa russo, generale Igor Konashenkov, aggiungendo che «nel prossimo futuro dal territorio della repubblica siriana è previsto il ritiro di altri velivoli nonchè di personale tecnico e piloti».

La Russia - riporta la Tass - ha inoltre bollato come «una bufala di propaganda» la notizia di FoxNews secondo cui Mosca starebbe rafforzando la propria presenza militare in Siria.

Konashenkov ha però di fatto confermato la notizia di FoxNews relativamente al dispiegamento in Siria di altri quattro jet Su-25 (aerei da attacco al suolo e supporto ravvicinato).

«Quattro aerei da attacco Su-25 equipaggiati con sistemi di navigazione moderni e visione complessa - ha detto il generale russo, citato da Interfax - che hanno lasciato la Russia, hanno in effetti raggiunto le forze aeree russe nella base di Hmeimim negli ultimi giorni».

Il portavoce del ministero della Difesa russo ha però anche dichiarato che i quattro Su-25 sono stati schierati in Siria nel quadro di «una procedura di rotazione pianificata».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X