anziani e internet, Sicilia, Tempo libero, Vita
APPRENDIMENTO

Il nonno va in Rete e si fa digitale: a Catania un progetto per over65

CATANIA. Mai come negli ultimi anni con l’aumento dell'età media della popolazione si è sentita l’esigenza di coinvolgere ed integrare gli over 65 nel mondo digitale. Sono già attivi alcuni siti (nonnoclick.com oppure specialage.com) che permettono agli over 65 di entrare in contatto fra di loro, scambiare opinioni, condividere foto e socializzare. Belle iniziative ma il numero di utenti che ha superato i sessanta anni capace di interagire con il web non è alto e in molti ancora hanno una sorta di rigetto per le nuove tecnologie.

Per incentivare all’uso del pc e far conoscere le numerose possibilità di applicazione, parte a Catania la seconda edizione del progetto gratuito di alfabetizzazione digitale «Nonni in rete: tutti giovani alle poste», dedicato agli over 65, promosso da Poste italiane, con la collaborazione della Fondazione Mondo Digitale, impegnata nella diffusione delle nuove tecnologie tra le fasce più deboli della popolazione e con il coinvolgimento attivo dei giovani alunni delle scuole.
I corsi di apprendimento sono suddivisi in quindici lezioni di due ore ciascuna e coinvolgono oltre a Catania altri diciannove comuni italiani.

L'attività didattica, sulla scia del progetto pilota realizzato lo scorso anno e che ha visto la partecipazione di ben 576 over 65, è attuata con la formula dell’apprendimento intergenerazionale che vede gli studenti nella veste di tutor sotto la supervisione dei dirigenti coordinatori, dei docenti e dei tecnici di laboratorio.

Il progetto nasce dall’esigenza di colmare il «digital divide» ovvero dalla necessità di incentivare l’inserimento e l’utilizzo del mondo tecnologico degli over 65 migliorandone così la qualità della vita. Secondo un’indagine realizzata da Pragma, in collaborazione con l'Ateneo Roma Tre, gli over 65 che navigano in rete negli ultimi cinque anni sono più che raddoppiati, passando 12,1% al 25,6% e hanno mostrato un interesse sempre maggiore verso smartphone (25%) e tablet (18%). Nel 2010 gli over 75 online erano solo il 2% oggi sono il 6,7%.

Lo scopo principale del progetto «Nonni in rete» è quello di avvicinarli all’uso di Internet e alle sue molteplici potenzialità, fornire le competenze necessarie per utilizzare in modo efficace smartphone e tablet, prendere dimestichezza con i servizi e-government e sfruttare al meglio le varie applicazioni che danno accesso all’informazione, ai servizi per la salute, usare QRCode con BancoPosta, fino ai pagamenti elettronici e gli acquisti sul web.

Ovviamente, sono anche altri i motivi che spingono ad avvicinarsi al mondo della tecnologia ed in primis la curiosità verso i social network che consentono di accorciare le distanze ed avere un contatto continuo con altre persone, seppur via web, favorendone la socializzazione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati