asilo, maltrattamenti bambini, scuola dell'infanzia, Sicilia, Cronaca
REGGIO CALABRIA

Bambini maltrattati in un asilo, due maestre ai domiciliari

REGGIO CALABRIA. Due maestre in servizio in una scuola dell'infanzia di Reggio Calabria, di 61 e 37 anni, le cui generalità non sono state rese note, sono state arrestate dalla Guardia di finanza e poste ai domiciliari con l'accusa di maltrattamenti aggravati e continuati ai danni dei bambini che erano loro affidati.

L'indagine che ha portato all'arresto delle due maestre è stata avviata dopo la denuncia, presentata dalla madre di due dei bambini maltrattati, che aveva notato cambiamento d'umore e di comportamento da parte delle due figlie.

I maltrattamenti psichici e fisici messi in atto dalle due maestre sono stati documentati nelle registrazioni audio e video effettuate dai finanzieri. L'indagine della Guardia di finanza nell'ambito della quale sono stati eseguiti i due arresti è stata coordinata dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Raho.

L'arresto delle due maestre, in servizio in un istituto scolastico pubblico, è stato effettuato dal Comando provinciale di Reggio Calabria della Guardia di finanza nell'ambito di un'operazione chiamata 'Stop abuse'. Nei confronti delle due insegnanti è stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Reggio Calabria su richiesta della Procura della Repubblica.

Secondo quanto ha riferito la Guardia di finanza, le due maestre «hanno utilizzato violenza ai danni degli alunni minorenni che erano loro affidati per ragioni di educazione, istruzione, cura e custodia». Il Procuratore Cafiero de Raho è stato coadiuvato, nel coordinamento dell'attività d'indagine, dal Procuratore aggiunto, Gerardo Dominijanni e dal sostituto Teodoro Catananti.

Per accertare i fatti, dopo la denuncia presentata dalla madre di due delle bambine che hanno subito i maltrattamenti, gli investigatori hanno installato nell'aula della scuola in cui si sono verificati i fatti alcune telecamere e dispositivi di registrazione ambientali.

Le registrazioni audio e video, secondo quanto riferisce la Guardia di finanza, hanno così consentito di accertare i maltrattamenti psico-fisici subiti da alcuni alunni, facendo scattare in tempi rapidi l'arresto delle due maestre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati