benessere, qubo, Sicilia, Cronache della Salute, Vita
BENESSERE

L'attrezzo "totale" per allenarsi: "Qubo" a Palermo è già una realtà

di

PALERMO. Si annuncia come una vera e propria rivoluzione quella che sta per piombare nel mondo degli attrezzi del fitness musicale.

Dimenticate le palle mediche, utili soprattutto per rafforzare la potenza muscolare.

Via le fit-ball, utilizzate in origine nel pilates ma spesso troppo ingombranti e troppo leggere, e via anche il più recente “bosu”, una mezza sfera erede dello step su cui fare esercizi posturali.

Il 2017 sarà l'anno di “Qubo”: un nuovo attrezzo che in un solo colpo riesce a sostituire tutti quelli citati finora. Si tratta di una sorta di cuscino di gomma con quattro angoli smussati, dal peso di circa 3 chili, sul quale eseguire esercizi in modo dinamico e in continua instabilità.Pur non essendo stato ancora lanciato ufficialmente nel mercato mondiale, Qubo è già una realtà a Palermo. È nel capoluogo siciliano infatti che lo sta sperimentando il suo ideatore, Alessandro Oliveri, master-trainer e creatore di diversi programmi di allenamento che presenta nelle fiere più importanti a livello europeo da oltre 15 anni.

“L'idea è nata in Russia circa tre anni fa – racconta l'insegnante – All'epoca, nonostante il grande interesse mostrato dalle catene di fitness verso l'attrezzo, il programma di allenamento non ebbe il successo sperato. Così, dopo un fortunato incontro al Festival mondiale di fitness di Mosca (Mioff), il proprietario del marchio mi chiese di rimodulare completamente il progetto, lasciandomi carta bianca sulla realizzazione di due nuovi allenamenti. Ed è così che oggi sono nati “Qubo Functional” e il “Qubo Balance””.

Il riscontro da parte degli allievi palermitani è del tutto positivo e non mancano neppure le richieste di corsi e workshop in giro per l'Italia.

“La lezione è strutturata in tre parti fondamentali – spiega l'esperto - Un riscaldamento che prevede un approccio iniziale con Qubo attraverso esercizi globali sia muscolari che di mobilizzazione; una parte centrale altamente allenante nel caso del funzionale, o più leggera e alla ricerca di un lavoro muscolare profondo nel caso del balance. Si finisce poi con un rilassamento finale, amato da tutti gli allievi che escono dalla sala stanchi ma felici e soddisfatti”.

La scelta di creare due programmi - uno a base funzionale e uno che unisce corpo e mente – permette di raggiungere un pubblico più eterogeneo possibile. “Qubo”, infatti, è adatto a tutti: dall'appassionato di fitness al neofita che fa fitness per la prima volta. Ma le potenzialità dell'attrezzo non finiscono qua. Il programma Qubo è stato creato con una sua precisa personalità, ma prevede anche la possibilità di interpretare e proporre allenamenti ideati ad hoc da ogni istruttore, sempre in base alle linee guida che verranno insegnate durante i corsi di formazione dal docente ideatore.

“Ho realizzato inoltre il manuale e il dvd in italiano, inglese e russo che verranno presentati il 26 novembre a Mosca in occasione del “MIOFF 2016” in occasione del lancio ufficiale di “Qubo training” - conclude Oliveri - L'obiettivo successivo sarà la presentazione di Qubo al mercato europeo con il suo debutto alla Fiera leader in Europa per il fitness (Fibo 2017) che si terrà ad aprile in Germania, mentre il 2018 sarà il momento degli Stati Uniti”.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati