Sicilia, Vita
Seby Sorbello, presidente dell’Associazione provinciale cuochi etnei, e lo chef Pietro D’Agostino
L'APPUNTAMENTO

Una sfida tra i fornelli sotto l’Etna, chef da tutta Italia contro la fibrosi

di

CATANIA. Buona cucina e buona salute vanno spesso di pari passo. Chi dunque, più di uno chef, può essere testimonial di una campagna di sensibilizzazione per la lotta a una grave patologia? Meglio ancora poi se gli chef sono una trentina e si danno il cambio ai fornelli per dar vita a una cena di beneficenza.

Nasce così la seconda edizione di «Fund Raising Dinner», un evento a sostegno della ricerca contro la fibrosi cistica, in programma martedì prossimo 4 ottobre, a Radice Pura, uno spazio polifunzionale che si trova a Giarre, in provincia di Catania.

Gli ideatori dell'iniziativa sono l'imprenditore Claudio Miceli e Liliana Modica, presidente provinciale della Lega Italiana Fibrosi Cistica a cui sarà devoluto l'intero incasso della raccolta fondi. Entrambi sono genitori di due ragazzi affetti da questa patologia.

Alla gara di solidarietà, quest'anno, parteciperanno 35 chef dell'associazione «Chic Charming Italian Chef» che, gratuitamente si sfideranno ai fornelli in una serie di cooking show capitanati dallo chef a una stella Michelin di Taormina Pietro D'Agostino e da Seby Sorbello, presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei. Con loro ci saranno anche i pasticceri della Confederazione Pasticceri Italiani.

«Siamo contenti di poter dare il nostro contributo alla ricerca, lo faremo a modo nostro, portando l'eccellenza e il cuore in tavola - ha sottolineato Pietro D'Agostino - Tutti gli chef contattati, stellati e non, provengono da ogni parte d'Italia e hanno immediatamente accettato l'invito». «Confermiamo anche per la seconda edizione dell'iniziativa il nostro forte impegno in un prestigioso appuntamento a sfondo sociale - ha dichiarato Seby Sorbello - dove la beneficenza incontra la gastronomia di altissima qualità, con tanti professionisti della cucina».

Le materie prime di un territorio così ricco e vario saranno quindi le protagoniste insieme alla creatività e al talento degli chef di questa gara di solidarietà. Partecipare è semplice. Basterà recarsi a «Radice Pura» a Giarre, dove si svolgerà la cena, e acquistare un simbolico biglietto d'ingresso.

Ma non è finita qui. Il raduno del 4 ottobre all'ombra del vulcano, infatti, avrà anche un'altra veste oltre a quella della solidarietà, e sarà quella che prende il nome di «Etna Chic Chef». Si tratta dell'appuntamento con l'alta gastronomia che quest'anno giunge all'ottava edizione e che mette insieme alcuni tra i migliori chef d'Italia, accompagnati dal direttore nazionale dell'associazione, Raffaele Geminiani.

Inoltre, all'interno della manifestazione quest’anno si svolgerà per la prima volta in Sicilia un secondo evento dal titolo «B2B in The Kitchen Tour».  Per tale occasione i produttori e gli chef daranno vita a un divertente e curioso confronto: i primi si presenteranno con un paniere di primizie del territorio, mentre i secondi improvviseranno un piatto, dimostrando così di saper conoscere i prodotti, sperimentarli e proporli attraverso creazioni e impieghi innovativi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati