di

La Sicilia torna a bruciare, roghi tra Palermo e Agrigento - Foto

Enlarge Dislarge
1 / 15
Il rogo che ha coinvolto la zona di Petralia Soprana
Il rogo che ha coinvolto la zona di Petralia Soprana

PALERMO. Numerosi e vasti incendi hanno interessato la provincia di Palermo e quella di Agrigento nelle ultime 24 ore.
Questa mattina uomini e mezzi degli operai antincendio boschivo e dei vigili del fuoco hano cercato di spegnere un vasto rogo che da ieri pomeriggio ha coinvolto la zona di Petralia Soprana.

Tutto è iniziato in contrada Zorba dove il fronte del fuoco è ancora attivo. Le fiamme hanno coinvolto anche la zona di Pellizzara. Continuano a bruciare uliveti, ampie zone di macchia mediterranea. Ancora al lavoro una squadra di operai antincendio con due autobotti, un elicottero della Forestale, diverse quadre di vigili del fuoco e un canadair della protezione civile per riuscire a spegnere i focolai anche nelle zone più impervie. Le fiamme si sono avvicinate pericolosamente anche vicino a due abitazioni che sono state evacuate.

Ieri invece tra i comuni di Alessandria della Rocca e Santo Stefano Quisquina, tra la provincia di Agrigento e quella di Palermo, un vasto incendio ha distrutto circa 30 ettari, valloni, ulivi, pioppi, canneti e un giardino di arance nella zona di Valparrini. Le fiamme sono state domate alle 14.

Per spegnere l’incendio hanno lavorato due squadre di operai antincendio, di Santo Stefano Quisquina con due autobotti, 4000 litri d’acqua e 7 operai. Il fuoco ha minacciato il bosco di Pietranera vicino San Biagio Platani, che si è salvato grazie all'intervento delle due squadre.

© Riproduzione riservata