Calvin Klein rilancia il tailleur: "E' quello che le donne vogliono"

NEW YORK. Ciò che le donne vogliono è un tailleur.

Parola di Francisco Costa, direttore creativo di Calvin Klein, che firmando la sua nuova collezione donna per l'autunno/inverno 2016, ha letteralmente decostruito forme e tessuti per dare vita ad un gioco sensuale che rafforza la cosiddetta 'sexiness', attrattiva sessuale, della donna.

'La sera prima del mattino dopo' è il nome della collezione Ck e il tailleur è appunto il pezzo forte, espressione di un'esplorazione sensuale dell'erotismo urbano, in un gioco di scambio tra il guardaroba di lui e lei con completi composti da giacche sartoriali minuziosamente realizzate e morbidi pantaloni
a gamba larga.

«Ho esplorato - ha detto Costa - il concetto del tailleur, del completo, quello che credo sia l'abito moderno in senso assoluto perchè è sinonimo di grande sensualità e conferisce potere alla donna. Io però mi sono divertito aggiungendo degli extra, come bretelle, pellicce, gemme, stampe, che tuttavia sono il risultato di una decomposizione delle forme e dei tessuti». Non a caso profonde scollature, orli sfatti e bretelle che cadono morbidamente sulla silhouette sono il tocco che materializza il concetto di decostruzione dell'abito.

Ispirata alla natura selvaggia che popola la città e le zone rurali, la collezione presenta anche una gamma di motivi a plaid, Principe di Galles e gessati oltre che guanti e colletti oversize in finto pelo e stampe digitali coyote, lince e puzzola.

Abiti con inserti in gemme lucide e geodi esaltano ulteriormente l'abbinamento di lusso raffinato e natura indomita.

«Questa volta - continua Costa - direi che mi sono spinto verso il 'massimalismo' che però alla fine diventa 'minimalismo'».

Maestria da artigiano anche per la donna Hugo Boss firmata da Jason Wu. La nuova collezione autunno/inverno 2016-17, pur mantenendo fede allo stile architettonico che è nel Dna del marchio tedesco, questa volta si spinge oltre fino ad arrivare ad una nuova dimensione che porta agli estremi l'esaltazione della silhouette femminile con la curvatura delle linee. Non a caso è proprio la curvatura il tema portante della collezione e ogni capo è stato tagliato in modo da definire il corpo femminile. In aggiunta anche un tocco floreale con ogni fiore tagliato a mano e ricucito sugli abiti ancora una volta con tocco artigianale. Tra la palette dei colori spiccano il rosa, la cannella, il verde smeraldo, l'ocra.

© Riproduzione riservata

TAG: ,