imitazioni, personaggi, Virginia Raffaele, Sicilia, Sanremo
STAR SUL PALCO

Virginia Raffaele: vi svelo l'anima dei miei personaggi

SANREMO. «Non vi fate confondere dalle maschere. Anche dietro ai personaggi, ci sono sempre io. Non saprei dire se più mi espongo o più mi nascondo. Le mie non sono imitazioni nel vero senso della parola, sono parodie, e in quanto tali mi assumo dei rischi, reinterpreto, cambio. Aggiungo pezzi di Virginia».

La Virginia in questione è la Raffaele, che se per scaramanzia non è stata ancora incoronata reginetta del Festival di Sanremo, certamente si è portata a casa la prima fascia da Miss. È lei ad avere divertito ieri sera nei panni di una verace e genuina Sabrina Ferilli.

Tre ore e mezzo di trucco e settimane di studio per «appropriarsi dell'anima altrui». «Entrare nei panni di un altro è un processo strano, c'è uno studio che parte dai tic, dal timbro della voce, dalla prossemica, ma poi si allarga. Non credo che Ornella Vanoni abbia mai detto 'abbiamo mai fatto l'amore io e te?'. Eppure mi sembra credibile e coerente con il personaggio. E anche nel caso di Sabrina ho voluto scherzare sulla sua urgenza di mangiare. Credo che sia una persona che si gode la vita e alla quale piace la buona tavola», ha spiegato la comica che ieri prendeva ordinazioni da orchestrali e pubblico.

Godereccia, esuberante, anche un po' scorretta e dal marcato accento romano («questo mi veniva facile»). E sicuramente di spirito. Questa la Sabrina, che calcò il palco dell'Ariston al fianco di Pippo Baudo, a cui ha dato vita Virginia. «Lei è fantastica. E spendibile qui in conduzione. Mi ha scritto un messaggio che dice '... tacci tua', con tanti smile e cuoricini: concisa, nel suo stile e nel suo linguaggio, una roba bella», spiega la Raffaele che ha incassato così i complimenti dall'attrice che ha anche commentato: «Credevo di essere a casa e invece ho accesso la tv ed ho scoperto di essere a Sanremo. Virginia Raffaele è la numero uno! Intelligente, acuta, bella».

Spazio anche a un siparietto con Madalina Ghenea, che le fa i complimenti e chiede di essere imitata: «È difficile, devo studiarti. Ti ho già detto però che se passa la Cirinnà annamo a finì così...», ha scherzato Virginia, che comunque ogni sera dovrebbe regalare al pubblico dell'Ariston e di Rai1 un personaggio diverso. «Vediamo quanto mi regge la faccia, sembro una rana per le varie protesi che devo mettere e togliere», spiega. Tra questi ci sarà anche Maria Elena Boschi? «Concretamenteee...», replica l'attrice con l'avverbio-tormentone che caratterizza l'imitazione del ministro delle Riforme.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati