RICONOSCIMENTI

Carnevale di Venezia, la maschera più bella è del profondo Sud: il «Carretto siciliano»

di

Due amici, Salvatore Occhipinti e Guglielmo Miceli, provenienti dal Ragusano, hanno proposto degli originali e curatissimi abiti: «Un anno di lavoro»

carnevale, carretto siciliano, maschere, Sicilia, La bella Sicilia

PALERMO. I tradizionali carretti siciliani, cuciti in due abiti che hanno lasciato di stucco piazza San Marco, hanno trionfato al Carnevale di Venezia. È la vittoria di due siciliani, Salvatore Occhipinti 43 anni di Ragusa e Guglielmo Miceli, 38 anni di Scicli, che domenica sono stati incoronati per il concorso «La maschera più bella».

Un primo posto diviso a metà con i «Bagnanti di Senigallia» dei fratelli Marconi, vecchia conoscenza della kermesse lagunare: ai marchigiani il premio per la maschera più originale, ai siciliani quello della maschera più a tema per un'edizione, quella del 2016, dedicata proprio alle tradizioni. Il tema di questo Carnevale è infatti «Creatum ovvero le Arti e le Tradizioni».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati