staturnity, tecnologia, Sicilia, Società
L'amministratore delegato e fondatore Salvatore Dimartino
NUOVE IMPRESE

Nasce "Startunity" la piattaforma on line per le start up

di

PALERMO. Far parte di una piattaforma di imprenditori conviene.

La parola d'ordine per chi vuole fare business è: non rimanere isolato. Per le startup, per le aziende di piccole e medie dimensioni che desiderano sviluppare i propri affari in Sicilia e altrove, oppure per le imprese decise ad espandersi sui mercati esteri, nasce in Sicilia «Startunity»: una piattaforma online per la ricerca di prodotti e servizi offerti dalle imprese appena nate o già esistenti.

Lo scopo di Startunity, che sta cominciando a muovere i primi passi con l'avvio del nuovo anno, è proprio quello di creare una grande vetrina online dove utenti, imprese e investitori possono interagire. Basta un click per registrarsi alla piattaforma ed essere fin da subito visibili e organizzati per categoria e settore, potendo migliorare la propria immagine e usufruendo di un nuovo strumento d’acquisizione clienti anche tramite a servizi interni aggiuntivi.

«Startunity è una sorta di self-service online per utenti che hanno bisogno di conoscere e affidarsi ad un nuovo prodotto o servizio - spiega l’amministratore delegato e fondatore Salvatore Dimartino, 23 anni, siracusano -. Nato con un occhio attento soprattutto al mercato delle startup, che ne registra più di 5 mila solo in Italia: numeri elevati per un mercato in continua crescita e di notevoli fatturati e finanziamenti. La particolarità di Startunity - continua Dimartino - sta proprio nel miglior trattamento degli utenti. Ovvero, i clienti potranno ricercare, valutare e seguire i vari profili aziendali, semplificando e riuscendo a soddisfare direttamente il proprio bisogno o la propria esigenza ma, soprattutto, affidarsi al meglio. Il tutto sarà possibile grazie al feedback lasciato dai precedenti clienti».

A breve Startunity sarà online con la prima versione beta, gratis per imprese, utenti e investitori. «La missione del nostro servizio - conclude il giovane siracusano - è quella di far conoscere ogni profilo aziendale presente in Italia (e presto anche in Europa) a ogni possibile cliente interessato. Ed io e la front developer Chiara Rizza (29 anni, ndr), ce la stiamo mettendo tutta, perché lo spirito del progetto è di ”portare tutti”, in modo diverso e innovativo, a conoscenza di tutte le persone presenti, costruendo un nuovo servizio di ricerca d'affari».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati