A GENOVA

Fa prostituire la figlia minore con uomini più grandi e intasca i soldi: madre indagata

babysquillo, minorenne, prostituzione, Sicilia, Cronaca

GENOVA. È stata la segnalazione dell'addetta alla reception di un albergo alla polizia a far scoprire la storia di una ragazza di 17 anni che si prostituiva. Il caso è avvenuto a Genova, nel quartiere bene di Albaro. Lo raccontano Il Secolo XIX e La Stampa.

Lei è una studentessa che si prostituisce con uomini molto più grandi di lei, conosciuti sulla chat «Badoo». La ragazza porta a casa tanti soldi che in parte si prende la mamma che ha problemi economici.

L'inchiesta della polizia finisce con 12 indagati. Undici sono clienti, accusati - a vario titolo - di prostituzione minorile, detenzione di materiale pedopornografico e pornografia minorile, per le foto e i filmati che si sono fatti inviare dalla giovane. Secondo il magistrato che ha coordinato l'inchiesta tutti i clienti conoscevano l'età della ragazza.

La madre dell'adolescente è accusata di sfruttamento della prostituzione. La ragazza, grazie all'aiuto di psicologi ed assistenti sociali è riuscita a mettersi alle spalle quel periodo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati