STRAGE VIA D'AMELIO

Palermo, alla Kalsa sarà inaugurata la «casa di Paolo». Assenti i figli di Borsellino

di

Le commemorazioni a partire dal 17. Nell'abitazione in cui nacque il giudice, in via Vetriera, sorgerà un centro per i ragazzi del quartiere

mafia palermo, strage via d'amelio, Lucia Borsellino, Manfredi Borsellino, Paolo Borsellino, Rita Borsellino, Sicilia, Palermo, Cronaca, Mafia e Mafie

PALERMO. Cortei, dibattiti e spettacoli dal 17 al 20 per ricordare la strage di via D'Amelio, in cui, il 19 luglio di 23 anni fa, vennero trucidati il giudice Paolo Borsellino e gli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Verrà anche inaugurata la «Casa di Paolo», in via Vetriera, nel quartiere popolare della Kalsa, a Palermo, dove nacque il magistrato, e che, in base al progetto del fratello Salvatore (che per questo ha raccolto dei fondi con il movimento delle Agende rosse), sarà un centro per i ragazzi della zona. Sarà però un anniversario al quale i figli di Borsellino, Manfredi, Lucia e Fiammetta, non prenderanno parte, rifiutando «passerelle» e soprattutto «l'antimafia di facciata», per usare le loro parole.
Il primo evento in programma è proprio l' inaugurazione della «Casa di Paolo», venerdì prossimo alle 17. Saranno presenti i fratelli del magistrato, Salvatore e Rita, ma anche i sindaci di Napoli, l' ex pm Luigi de Magistris, e di Messina, Renato Accorinti.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati