Il corpo ricoperto da tatuaggi: la tuta Dsquared protagonista in passerella - Foto

MILANO. È difficile uscire da una sfilata e sentire solo commenti positivi su quanto visto in passerella: è successo con la collezione per la prossima primavera estate di Dsquared2, piena di idee originali ma anche portabili dai giovani cui si rivolge il marchio disegnato dai gemelli Dean e Dan Caten. L'ispirazione viene dal mondo del surf, la trovata geniale è una tuta di tulle stretch color carne tutta disegnata che, una volta indossata, fa sembrare il corpo ricoperto di tatuaggi.

L'idea da cui sono partiti i gemelli Caten è quella di un giovane surfista che gira le spiagge in cerca dell'onda migliore, portandosi il guardaroba nel mega zaino da trekker e dimenticandosi addosso i ricordi della notte d'amore appena trascorsa, con le mutandine di pizzo nero di lei appese in vita come una cintura. Questo giovane, che passa notte e giorno in spiaggia, sopra la tuta-tatoo mette canottiere sportive traforate e borchiate, leggings di pelle e neoprene, bermuda ampi da surf e sneakers da trekking. Si annoda in vita la camicia, sceglie jeans ampi e giacchine di denim delavè su cui porta un poncho-coperta per le notti sulla spiaggia. Adora le collanine e non si toglie mai la tutina di tulle stretch che spunta sotto i pantaloni stretti e le canotte e si porta anche da sola come una muta da surf.

© Riproduzione riservata

TAG: ,