APPALTI

Mafia Capitale, Castiglione: "Mie dimissioni precedenti alla gara al Cara di Mineo"

appalti, castiglione, roma, Sicilia, Catania, Cronaca

CATANIA.  «In merito alla gara commissariata  dal presidente Cantone, le mie dimissioni risalgono al 30 giugno  2013, quindi antecedenti allo svolgimento della gara stessa,  risalente al 2014». Così Giuseppe Castiglione, sottosegretario  Ncd alle Politiche agricole, a proposito della vicenda che  riguarda gli appalti al Cara di Mineo e che lo vede indagato  dalla procura di Catania.

 Il sottosegretario di Ncd spiega in una nota che lasciò la  presidenza del Consorzio di comuni del Calatino nel 2013 e  risponde anche ad Alessandro Di Battista che oggi, ospite di  Lucia Annunziata, ha definito criminale il partito guidato da  Angelino Alfano. Castiglione invita l'esponente cinquestelle ad  ascoltare mercoledì prossimo la sua versione dei fatti.     «Si comporta come un criminale chi utilizza tanta violenza  verbale, pensando di intimorire, così come ha fatto oggi Di  Battista. Con grande fierezza posso affermare che Ncd non è un  partito di criminali - osserva - e soprattutto, è un partito  amante della verità, una strana sconosciuta da Di Battista, che  sfido a un confronto pubblico sulla vicenda che mi  coinvolgerebbe. Tuttora, dopo mesi di linciaggio mediatico, non  conosco il mio capo d'imputazione e non sono stato chiamato da  alcun magistrato. L'unico atto formale è un avviso di garanzia,  da parte della Procura di Catania, la quale ha tutta la mia  stima».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati