AMMINISTRATIVE

Verso i ballottaggi in 13 comuni siciliani
Poche alleanze, sfida più attesa a Enna

di

Chiusi gli apparentamenti per l’elezione dei sindaci. Dipietro a Enna sfiderà Crisafulli contando sull’appoggio di «L’Altra città»

amministrative, ballottaggi, Sicilia, Politica

PALERMO. Tredici Comuni siciliani al ballottaggio, in Sicilia si tornerà a votare domenica 14 (dalle 8 alle 22) e lunedì 15 (dalle 7 alle 15). La sfida più attesa è quella di Enna fra Mirello Crisafulli e Maurizio Dipietro. Ex senatore del Pd il primo, non era appoggiato dal simbolo del partito: per lui nessun apparentamento al secondo turno, prosegue con il sostegno delle tre liste «Enna democratica», «Torre» e «Sicilia democratica», in cui convergono Udc e Ncd. Dipietro invece si era presentato con tre liste civiche («Patto per Enna», «Amare Enna» ed «Enna rinasce»): accordo fatto con «L'Altra città» che una settimana fa aveva sostenuto Angelo Girasole, quest'ultimo in caso di vittoria sarà il vicesindaco di Dipietro. Niente apparentamenti per il Movimento 5 Stelle anche se i grillini hanno annunciato battaglia al «barone rosso».

Occhi puntati anche su Gela, città del presidente della Regione Rosario Crocetta, dove a contendersi la poltrona di sindaco sono l'uscente Angelo Fasulo, sostenuto da Pd, Megafono e tre liste civiche, e il 5 stelle Domenico Messinese. Assetti immutati per entrambi, non ci saranno apparentamenti. Assessori di una eventuale giunta Messinese, sarebbe Fabrizio Nardo, Simone Siciliano, Francesco Salinitro e Nuccio Di Paola. Fasulo ha indicato Alessandra Ascia, Antonello Pezzini, Sandra Scicolone e Enzo Madonia.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati