Venerdì, 28 Luglio 2017
AVEVA 28 ANNI

Pozzallo, investita dall’auto all'uscita da un pub: muore dopo 5 giorni

di
Alla guida della Peugeot c’era il muratore ispicese Vincenzo Franza con un tasso alcolemico superiore oltre il triplo rispetto al massimo previsto dalla legge

POZZALLO. Valeria Cannata, la giovane pozzallese di 28 anni investita dalla Peugeot 205 condotta dal muratore ispicese Vincenzo Franza, 37 anni, è deceduta. Ieri mattina, intorno alle 8,30, è iniziato l'accertamento della commissione formata da rianimatore, medico legale e neurologo dell'Ospedale Maggiore di Modica. Alle 14,30 è stata dichiarata la morte cerebrale. A questo punto cambia la posizione dell'investitore poiché al reato di lesioni colpose si aggiunge quello di omicidio colposo. L'uomo si trova ancora agli arresti domiciliari, come confermato dal Gip del Tribunale di Ragusa al termine dell'interrogatorio di garanzia, effettuato alla presenza del difensore, l'avvocato Giovanni Favaccio.

È durata cinque giorni l’agonia di Valeria Cannata, commessa in un negozio di abbigliamento di Pozzallo, arrivata al “Maggiore” in coma irreversibile. Si era ipotizzata la donazione degli organi, ma non è arrivato il consenso dei parenti. Giovedì è stata, invece, operata l'amica coetanea, S.C., ricoverata in Ortopedia, sempre a Modica, con una prognosi di 40 giorni. Attraverso il gomito le è stata applicata una placca di titanio alla spalla. Nelle prossime ore potrebbe essere dimessa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook