Lunedì, 19 Novembre 2018
IN TOSCANA

Cani e gatti in corsia: potranno fare visita ai padroni ricoverati

FIRENZE. Cani e gatti potranno entrare negli ospedali toscani per incontrare i loro padroni ricoverati, ma solo su appuntamento, uno per volta e in una stanza preparata apposta per loro. Sono queste le regole dettate dalla Giunta regionale in una delibera che ha tracciato le linee guida a cui, nei prossimi mesi, dovranno adeguarsi le strutture sanitarie che vorranno aprire le porte agli amici a quattro zampe.

Il provvedimento, approvato questa mattina, parte dal riconoscimento del valore assistenziale del rapporto tra il paziente e il suo animale domestico. Le visite degli animali saranno consentite, ma nel rispetto delle esigenze sanitarie e ambientali. Queste le regole dettate dalla Regione Toscana: l'ingresso sarà consentito solo agli animali domestici che vivono nelle famiglie dei pazienti, previa richiesta di accesso presentata dal paziente o da un familiare. Toccherà ai medici valutare caso per caso la compatibilità delle visite con lo stato di salute dei pazienti, e quindi i possibili benefici derivanti dalla presenza dell'animale.

Saranno accettati solo gli animali (cani, gatti o altro) regolarmente iscritti all'anagrafe degli animali d'affezione. Un incaricato mostrerà il percorso da seguire e la saletta dove potrà avvenire l'incontro. In ogni azienda sanitaria, che dovrà emanare uno specifico regolamento interno, sarà creato un pool multidisciplinare di operatori adeguatamente formati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X