Domenica, 23 Settembre 2018
SALUTE A TAVOLA

Vitamina D e proteine contro l'indebolimento fisico

Riducono la perdita di massa muscolare

ROMA. Prodotti come yogurt e latte addizionati di vitamina D, insieme a supplementi proteici, possono rallentare la perdita progressiva di massa muscolare che s'innesca dopo i 50 anni, cioè la sarcopenia, causa di diminuzione dell'equilibrio, frequenti cadute e riduzione della mobilità. E' quanto emerso al convegno 'Nutrizione e Nutraceutica per l'invecchiamento attivo della popolazione', organizzato presso il Ministero della Salute da Italia Longeva, la 'Rete Internazionale di Ricerca sull'invecchiamento e la Longevità Attiva'.

"Corretta alimentazione e maggiore attività fisica sono fondamentali per prevenire e trattare la sarcopenia, che può sfociare nella non autosufficienza, disabilità fisica e, in casi molto gravi, anche nella morte per infezioni dell'apparato respiratorio", spiega Alfonso Cruz-Jentoft, docente di geriatria presso l'Ospedale Univeristario Ramón y Cajal di Madrid. In particolare riguarda il 30% degli adulti sopra i 60 anni e il 50% degli over 80 ed è in parte prevenibile grazie all'introito giornaliero, attraverso l'alimentazione, di proteine nobili presenti in carni magre, latte e derivati, uova, pesce e legumi, distribuito durante i tre pasti. Il Progetto Sprintt (Sarcopenia and Physical fRailty IN older people), che coinvolge 1.500 ultrasettantenni di tutta Europa, è incentrato proprio su questa tesi: che l'anziano perda massa muscolare in quanto non assume la quantità di proteine di cui avrebbe bisogno (1,2 grammi per chilo di peso corporeo ogni giorno).

"Di fronte a questa evidenza, suggeriamo una supplementazione proteica adeguata", spiega Francesco Landi, docente di Medicina interna e geriatria all'Università Cattolica di Roma, "in particolare con integratori a base di leucina, un aminoacido essenziale, vero e proprio 'mattone' che costituisce il muscolo e ne tutela la salute. Migliora, infatti, la sintesi proteica e previene le condizioni infiammatorie responsabili della sua sua autodistruzione, tipica dell'invecchiamento".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X