Giovedì, 20 Settembre 2018
SERIE A

Si sfidano le prime quattro della classe
Genova alla caccia di Juventus e Roma

A San Siro c'è un Milan-Napoli intrigante, che servirà a testare la (presunta) ripresa dei rossoneri

ROMA. Alleluja: mentre con Juve-Samp e Genoa-Roma si potrebbe profilare un assetto più chiaro nelle prime posizioni, le nostre squadre (salvo la Juve in Champions) hanno conquistato spazio nell'Europa di «serie B». Gran soddisfazione, ma intanto qualcuno ha fatto la scoperta del secolo: vince chi ha il fatturato più alto. Ma vah? Nel cortile di casa, genovesi alla ribalta. Aspettiamo Juve-Samp (arbitro Doveri), Genoa-Roma (Banti) e Milan-Napoli (Damato) e, se volete, Lazio-Atalanta (Rocchi) per capire come potrebbe andare a finire sul traguardo d'andata. Per il lunch time i campioni avranno un menu di rospi blucerchiati da ingoiare. La Samp è gasata, la Juve un pò stanca dopo i «fiuuu» che hanno fatto seguito alla risicata qualificazione di Champions League. Allegri non avrà Chiellini, ma potrà recuperare Lichtsteiner e schierare Morata. Mihajlovic ha perso De Silvestri, ma potrà contare su Obiang e Soriano. Lascerà fuori il (quasi) napoletano Gabbiadini? Dopo due 0-0 di fila, la Juve affronterà un avversario con cui condivide il minor numero di sconfitte (una) e che ha la seconda difesa del campionato (11 gol, come la Roma). Oh, certo, i bianconeri hanno miglior attacco (30 reti) e difesa meno battuta (5 gol subiti), ma - come dicono i saggi - tutte le partite cominciano da zero a zero. Anche a Marassi. Ma mentre il morale dei rossoblu sarà a mille per i risultati (nove positivi di fila) e per il terzo posto conseguito e mantenuto, la Roma starà ancora rimuginando sull'eliminazione dall'Europa: se vincesse la squadra di Gasperini, si metterebbe a tre punti dai giallorossi che non avranno De Rossi e potrebbero schierare subito Destro (e non Totti) e Astori. Il Grifone recupererà «l'ex» Burdisso.

Il Napoli sarà a Milano, dove ci si è accorti finalmente della crisi e si sta pensando alla programmazione del riscatto con stadi nuovi, merchandising, vivai: roba da futuristi illuminati. Higuain e Benitez sono arrabbiati, ma non sanno come lo sono i vertici rossoneri, i cui suggerimenti tecnici a Inzaghi hanno sortito finora effetti saltuari. San Siro è diventata terra di conquista: solo Udinese, Chievo e Lazio hanno perso: il Napoli non si sa. Inzaghi avrà a disposizione Essien, ma sarebbero Montolivo e Muntari i suoi cavalli di battaglia. Don Rafè dovrà rinunciare a Maggio (Mesto), e punterebbe sul rientrante Koulibaly, Gargano, De Guzman e Mertens. Delle difficoltà altrui potrebbe approfittare la Lazio che, senza Parolo e altri titolari, affronterà in casa l'Atalanta, che ha ripreso a vincere e segnare: in campo Cana, Onazi, Ledesma e Klose? Colantuono, alle prese con polemiche varie (Cigarini), recupererà Dramè e Boakye. Nelle terre di mezzo, l'Udinese, che potrà contare su Domizzi, ospiterà quel Verona che (privo di Marquez, ma con Hallfredsson a disposizione) non vince da otto partite. Ci saranno in palio punti europei e i bianconeri sono stati rilanciati dalla vittoria sul campo della smandrappata Inter. «Di Natale 200» premiato dal sindaco. Arbitro Peruzzo.

Per l'altalenante Fiorentina, priva di Cuadrado (Ilicic), una trasferta a Cesena dove ci sarà un allenatore nuovo (Di Carlo) e molta voglia di interrompere una serie poco lusinghiera (13 partite senza vittorie!) anche senza lo squalificato Giorgi. Cambierà qualcosa. Fischierà Orsato.  Il decimato ma lanciatissimo Sassuolo (Peluso, Berardi e Vrsaljiko sospesi) giocherà a Palermo (arbitro l'esordiente Fabio Maresca di Napoli), dove Iachini potrà disporre di Barreto e Vazquez. Anche i rosanero stanno vivendo un ottimo momento. Ed eccoci all'Inter di Mancini, reduce da varie disavventure in campionato: sul campo di un Chievo privo di Frey e Zukanovic (mezza difesa), ma reduce dalla vittoria di Cagliari, i nerazzurri cercheranno di riabilitarsi, specie in difesa. Fischietto a Massa. Un Empoli in crescita potrebbe affossare il Torino di campionato, privo di Sanchez Mino, ma in grado di recuperare Gazzi. Un momento topico per il...rientrante Ventura. Arbitro Calvarese. Parma-Cagliari (Valeri) sarà la partita della disperazione. Donadoni ha perso Gobbi, ma può recuperare Mirante, Acquah e De Ceglie. Zeman sarà senza Ibarbo. Natale ricco: in arrivo altri benefattori da Russia e Cipro. Siamo a posto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X