Domenica, 23 Settembre 2018
OMICIDIO SUICIDIO

Spara alla moglie e al figlio uccidendoli, poi si toglie la vita: tragedia nelle Marche

L'uomo, 38 anni, fatto fuoco al termine di una lite legata alla separazione dalla donna, romena di 28 anni
figlio, moglie, omicidio, suicidio, Daniele Antognoni, Paula Corduneanu, Sicilia, Cronaca
polizia e carabinieri

ANCONA. Un operaio ha ucciso, con un colpo di pistola, la moglie romena da cui si stava separando e il figlioletto di 5 anni, poi si è suicidato. La tragedia è avvenuta intorno a mezzogiorno a Numana (Ancona). Tutti e tre sono morti.

L'uomo, Daniele Antognoni, aveva 38 anni, la moglie, Paula Corduneanu, 28. La coppia e il bimbo abitavano in una palazzina in via Urbino, dove questa mattina, al culmine di una lite legata alla separazione in atto fra i due, l'uomo ha esploso diversi colpi di pistola uccidendo la donna e il figlioletto. Poi ha puntato l'arma contro di sé e ha fatto fuoco. Sul posto anche i sanitari del 118, ma per i tre non c'era più nulla da fare. Antognoni, da quel che salta agli occhi con evidenza dal suo profilo Facebook, era un appassionato di armi, e aveva conseguito un certificato di idoneità al maneggio delle armi da parte dell'Unione Italiana Tiro a segno. Inquietanti alcuni post. Su uno c'e' scritto: "Non per vantarmi ma anche oggi non ho ucciso nessuno". Come il commento alla foto di una pistola scattata in un'armeria: "Pistola, non so quando ma sei mia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X