Mercoledì, 26 Settembre 2018

Efebo d'oro, tutto pronto a Palermo: si parte con Ficarra e Picone

PALERMO. Con la proiezione del film “Andiamo a quel paese” di Ficarra e Picone, si apre a Palermo, domani alle 18 al cinema Rouge et Noir, la trentaseiesima edizione dell' Efebo d'oro, il Premio del Centro di Ricerca per il Cinema e la Narrativa, presieduto da Egle Palazzolo, che viene assegnato ai film e alle opere televisive ispirate alla letteratura.

Efebi d'oro 2015 sono Francesco Munzi per la regia del film “Anime nere”, Saverio Costanzo per la regia della serie televisiva “In Treatment”, Ficarra e Picone, cui viene assegnato l'Efebo d'oro alla carriera dalla Banca Popolare Sant'Angelo. E ancora: Italo Moscati, per il volume su Eduardo De Filippo, che riceve il premio per il miglior libro cinematografico dell'anno.

Fa il pieno di targhe “Anime nere”: la giuria ha deciso infatti di premiare l'autore del romanzo Gioacchino Criaco e gli attori Fabrizio Ferracane, Peppino Mazzotta e Aurora Quattrocchi. Analogo premio va a Guido Caprino per “In Treatment”.

Dopo la giornata inaugurale, il programma prevede giovedì 4, alle 17,30 al Rouge et Noir la proiezione di una puntata tratta dalla serie televisiva, “In Treatment”, diretta da Saverio Costanzo, cui seguirà una conversazione tra lo psicanalista Alfonso Accursio ed il giornalista Giovanni Giordano. Appuntamento con i giovani venerdì 5 dicembre alle 8,30, sempre al Rouge et Noir, per la proiezione di “Anime nere” cui farà seguito la conversazione con il regista Francesco Munzi e gli attori Fabrizio Ferracane e Peppino Mazzotta condotta dal giornalista Sergio Buonadonna.

Si chiude venerdì 5 dicembre, alle 18,30 al cinema De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa con la cerimonia di premiazione condotta da Eleonora Lombardo. Saranno presenti, il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, l'assessore Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Cleo Li Calzi, l'assessore alla Cultura del Comune di Palermo, Andrea Cusumano,  e il direttore generale di Banca Sant’Angelo, Ines Curella.

“La cerimonia di consegna dei Premi si svolge per la prima volta a Palermo – afferma Egle Palazzolo - Il simbolico fanciullo d’oro, comincia da qui un suo probabile tour nell’isola, interrompendo limiti e temporalità, schemi e assuefazioni. Nato ad Agrigento, nell’ambito di una intensa e articolata attività di ricerca, il premio intende valorizzare l'apporto della letteratura nel cinema e nella televisione e nel loro fatale incrociarsi. Gli Efebi di quest'anno – prosegue - riflettono in pieno questi contenuti premiando Saverio Costanzo per l'efficacia cinematografica applicata al linguaggio televisivo, Ficarra e Picone per la forza e la capacità di penetrazione popolare di un humour intelligente e carico di valori; Francesco Munzi per la profondità e umanità nel raccontare un mondo di 'ndrangheta così simile a quello della mafia nel tentativo di spezzarne la tragica catena di violenza e lutti".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X