Martedì, 25 Settembre 2018
SERIE A

Colpaccio della Roma contro l'Atalanta: vittoria per 2 a 1

Moralez illude i bergamaschi poi Ljalic e Naingollan ribaltano il risultato

BERGAMO. La Roma torna a vincere in trasferta e a mettere pressione alla Juventus. Nel primo anticipo della dodicesima giornata, i giallorossi violano il campo dell'Atalanta, vincendo in rimonta per 2-1 ed esorcizzando le fobie per una pausa per le nazionali che, nel recente passato, era costata discretamente cara. I nerazzurri passano dopo nemmeno un minuto con Moralez e poi recriminano per una traversa di Raimondi, i capitolini pareggiano con Ljajic e mettono la freccia, prima dell'intervallo, con Nainggolan. Missione compiuta, dunque, e aggancio in testa ai campioni d'Italia, che stasera se la vedranno all'Olimpico con la Lazio. Anche in vista dell'impegno di martedì a Mosca contro il Cska, decisivo per la qualificazione in Champions League, Garcia attua un leggero turn-over, lasciando in panchina Gervinho, Keita e Florenzi (Totti è squalificato) e puntando su un tridente composto da Ljajic, Destro ed Iturbe. Gli indosponibili, oltre allo sfortunato Maicon, prossimo ad un intervento al cervelletto, sono Balzaretti, Maicon, Yanga-Mbiwa, Curci e Paredes, rientra Astori al centro della difesa guidata, tra i pali, da De Sanctis.

Privo dello squalificato Cigarini e degli infortunati Estigarribia, Rosseti, Frezzolini, Migliaccio e Benalouane, il romano Colantuono getta ancora nella mischia Denis, nonostante il suo momento no, supportato da Moralez e da Gomez. Ed è proprio Moralez, dopo 57 secondi, a sbloccare il risultato, mettendo di prima sotto la traversa un assist di Raimondi, bravo a superare Cole sulla fascia. La Roma sente il colpo e fatica a trovare le misure, Raimondi al 7' mette a lato un rasoterra ma al 10', complice un'uscita suicida di De Sanctis, aggiusta la mira e colpisce violentemente la traversa. I giallorossi iniziano ad uscire dalla morsa orobica e al 13' si fanno minacciosi con Pjanic, che sfiora il legno con una conclusione dal limite. Crescono gli ospiti ed il pareggio si materializza al 23' con una super giocata di Ljajic, che beffa Sportiello con un destro implacabile. Il serbo è ispirato, Destro lavora duramente e, dopo una chance per l'Atalanta al 32' nata da un'ingenuità di Astori, la Roma completa la rimonta al 42' con Nainggolan, che brekka, calamita l'invito di Destro e sigla il 2-1 con cui il match va all'intervallo. In avvio di ripresa la sfida perde ritmo ma non intensità, il debuttante Somma rivela l'acciaccato Torosidis, Florenzi sostituisce un Iturbe poco efficace. Cambi anche nell'Atalanta, che lentamente però ha il pregio di pressare e a tratti anche schiacciare la Roma nella sua metà campo. Come al 25', quando De Rossi si ritrova in area e regala un pallone d'oro a Moralez, che si divora letteralmente il pari. In precedenza anche Stendardo, da punizione, aveva fallito un impatto aereo non così difficile, a testimonianza di come sia ora l'Atalanta a fare la partita. Colantuono lo capisce e mette dentro Bianchi e Boakye (Denis non gradisce il cambio). La Roma però non perde la testa, sa gestire e portare così a casa tre punti preziosi in attesa di ricevere un regalo gradito dai 'cuginì della Lazio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X